Venerdì, 19 Luglio 2024

VIDEO | Fratelli d'Italia su comunali e europee: "Risultati confermano il buon governo in città e Regione"

Vertici del partito più che soddisfatti del risultato del partito in Abruzzo dove si conferma primo partito risultando anche la regione in cui ha ottenuto più consensi alle europee dietro solo Veneto e Friuli rimarcano il presidente Marsilio e il senatore Sigismondi. Stesso discorso per le amministrative con la riconferma dei sindaci a Pescara, Montesilvano e Giulianova

La riconferma del sindaco Carlo Masci a Pescara, di Ottavio De Martinis a Montesilvano e di Jwan Costantini a Giulianova per il presidente della Regione Marco Marsilio e il segretario regionale FdI nonché senatore Etelwardo Sigismondi, sono la conferma della radicalizzazione del partito e del buon governo del centrodestra a livello locale sì, ma che tale si è confermato anche a livello regionale con lo storico risultato centrato proprio da Marsilio alle elezioni di marzo e il cui riflesso è emerso chiaramente dal risultato delle europee.

Totale soddisfazione dunque dai vertici del partito del territorio a cominciare dal presidente e il segretario regionale e passando per tutti gli altri esponenti di Fratelli d'Italia come il deputato Guerino Testa, i rieletti consiglieri regionali e il coordinatore provinciale Stefano Cardelli.

I vertici del partito si dicono dunque tutti pienamente soddisfatti con Marsilio che rimarca come nonostante le amministrative siano sempre pi complesse, il risultato di Fratelli d'Italia è stato comunque molto elevato e che soprattutto sul fronte delle europee l'Abruzzo è stata per il partito la terza regione in cui ha ottenuto più voti raggiungendo il 33,3 per cento seconda solo a Veneto e Friuli. Un aspetto che rimarca anche Sigismondi che come Marsilio precisa come la regione si possa oggi considerare una roccaforte del centrodestra e di Fratelli d'Italia visto il risultato controtendenza ottenuto rispetto al resto del Mezzogiorno superando il 20 per cento delle preferenze. Un paradigma totalmente rispetto a quello del Pd che si conferma invece leader al sud andando persino oltre, continua Marsilio, i risultati ottenuti per decenni a Roma e nel Lazio in generale.

Un consenso che arriva “soprattutto dalle aree interne – continua il presidente di Regione -. Questo vuol dire che l'azione di recupero a valorizzazione delle zone marginali funziona, che il messaggio passa e che i cittadini e le amministrazioni di quei luoghi sentono la nostra presenza tangibile. Sono decine i comuni in cui abbiamo superato il 40 per cento dei consensi e questo vuol dire – dice ancora Marsilio – che c' è ancora margine di crescita e che nelle grandi metropoli si può raccogliere qualche punto in più”.

Ricevi le notizie de IlPescara su Whatsapp

“FdI – riprende quindi Sigismondi – ha mostrato a queste europee tutto il lavoro svolto dopo la storica riconferma del presidente Marsilio. Adesso arrivano altri risultai importanti. Un buon risultato poteva essere quello di raggiungere dopo venti mesi di governo nazionale lo stesso risultato delle politiche, invece lo abbiamo superato di ben 5 punti. Questo vuol dire – continua il segretario regionale – che gli abruzzesi apprezzano il buon lavoro della Meloni e quello della classe dirigente abruzzese”

A Marsilio chiediamo quindi, parlando di Pescara, quel dovrà essere il peso di Fratelli d'Italia nell formazione della nuova giunta dove, come Forza Italia, dovrebbe avere quattro assessorati. Un ruolo ancor più importane in vista della nascita della Nuova Pescara prevista per il primo gennaio 2027.

“Il mio partito avrà il peso che si è meritato alle urne – risponde -. È compito del sindaco Masci e dei partiti di coalizione individuare l'alchimia giusta per tenere tutti insieme e dare alla città la giunta migliore possibile per completare i programmi e fari trovare pronti all'appuntamento del 2027”.

Una questione di “responsabilità” e non di “potere”, afferma quindi Sigismondi. “Una responsabilità che abbiamo dimostrato di saper portare sulle nostre spalle”, come dimostra la riconferma dei tre sindaci dellle tre città più grandi dove si è votato (Pescara, Montesilvano e Giulianova). Una responsabilità che è e sarà guidata, continua, da due elementi: concretezza e serietà. “Per quanto riguarda la Nuova Pescara – conclude Sigismondi – è un'opportunità in cui continuiamo a credere e investire e avere i due sindaci dei Comuni più grandi (Pescara e Montesilvano) di centrodestra è certamente un elemento molto positivo”.

Alla conferenza stampa erano presenti anche il deputato e vicecoordinatore regionale Guido Liris, l’assessore e il consigliere regionali Umberto D’annuntiis e Luca De Renzis e il sindaco di Città Sant’Angelo, Matteo Perazzetti.

Copyright 2024 Citynews

Video popolari

IlPescara è in caricamento