rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024

VIDEO | Il ministro Tajani: “Masci uno dei migliori sindaci del Paese”, e il primo cittadino uscente scrive una lettera alla città

Ultimo comizio alla Madonnina del Porto per il sindaco uscente che punta al secondo mandato. Con lui il segretario nazionale di Forza Italia ministro degli Esteri Antonio Tajani oltre ai vertici del partito e il presidente della Regione Marco Marsilio. Coro unanime: sarà vittoria al primo turno

La certezza resta la stessa: sarà vittoria al primo turno. Lo ha ribadito ancora una volta il segretario nazionale di Forza Italia nonché ministro degli Esteri e candidato alle elezioni europee Antonio Tajani arrivato alla Madonnina di Pescara poco dopo le 17 di oggi, venerdì 7 giugno, per ribadire il totale sostegno al sindaco Carlo Masci che corre per il bis in occasione delle amministrative dell'8 e il 9 giugno. Masci che, nel corso del suo intervento suddiviso in due parti, una prima in cui ha ripercorso la carriera politica e la vita personale, e una seconda in cui ha parlato dei progetti realizzati, in corso e in programma, ha letto una città tradendo una forte emozione tra voce spezzata e lacrime.

“È stato un eccellente sindaco”, ha quindi esordito Tajani parlando di una città che si mostra diversa agli occhi di chi la guarda, “ma per completare l'opera servono altri cinque anni di lavoro. Ecco perché sosteniamo con convinzione Carlo e abbiamo una lista fortissima”. “Ho voluto dare un segnale di grande attenzione a Pescara – ha proseguito – decidendo di far svolgere proprio qui il G7 Sviluppo”.

Ricevi le notizie de IlPescara su Whatsapp

Parlando anche delle europee e indicando i due candidati abruzzesi di Forza Italia Antonella Ballone ed Eliso Iannini presenti sul palco, il ministro ha aggiunto: “dobbiamo andare a parlare anche a chi non va a votare. È vero che chi non lo fa sbaglia, ma forse abbiamo sbagliato anche noi perché se c'è mancanza di fiducia dobbiamo fare un'offerta politica diversa. Forza Italia vuole essere una forza sempre più rassicurante, una .grande dimora dove i cittadini possono trovare persone serie, credibili, affidabili responsabili che non urlano, non minacciano e non alzano la voce. Chi urla spesso è debole – ha proseguito -. Come si diceva un tempo 'la calma è la virtù dei forti' perché puntiamo con grande determinazione i nostri obiettivi come ha fatto il vostro sindaco: ha puntato l'obiettivo di trasformare questa città ci è riuscito e riuscirà a completare l'opera alla fine dei prossimi cinque anni perché sono sicuro che vincerà al primo turno però dobbiamo mettercela tutta”.

“Ci tenevo a venire qua per sostenere un bravissimo sindaco, che io stimo. È un fiore occhiello di Forza Italia, è uno dei migliori sindaci non solo di Forza Italia ma dell'intero Paese quindi sono sicuro che il popolo di Pescara lo premierà insieme alla lista di Forza Italia che lo sostiene con grande convinzione. Viva Pescara, viva l'Italia, viva Forza Italia, viva Masci sindaco”, ha concluso Tajani.

La lettera di Masci alla città: "Sono pronto ad accompagnarti verso il tuo futuro che è anche il nostro futuro"

Dal palco hanno quindi parlato il coordinatore regionale di Forza Italia Nazario Pagano, il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri anche lui esponente di spicco del partito e il presidente della Regione Marco Marsilio (Fratelli d'Italia), con il sindaco uscente che ha concluso l'evento prima ripercorrendo con l'attore Federico Perrotta la sua vita e la sua carriera politica con una serie di foto, e poi parlando dei suoi cinque anni alla guida della città e delle intenzioni che ha nei cinque che verranno se sarà di nuovo sindaco.

Un intervento chiusosi con una lettera scritta di suo pugno per ringraziare tutti: dai dipendenti comunali ai singoli cittadini con cui ha parlato sottolineando di avere agito “sempre a testa alta per il bene della città”. Un grazie rivolto anche ai dipendenti comunali e soprattutto ai cittadini “cui ho sempre cercato di dare una risposta tenendo presente il bene comune”. Quei cittadini “che mi hanno concesso il più grande degli onori: guidare con orgoglio smisurato la nostra bellissima città. A loro chiedo scusa se in qualche occasione sono sembrato distante o non ho potuto dare risposte che si aspettavano – ha detto ancora -, se ho fatto qualche errore. Può capitare sopratutto se si fa tanto, ma una cosa è certa: tutto quello che ho fatto l'ho fatto in buona fede e onestà di intenti”.

La voce rotta dall'emozione quando si è rivolto agli amici quelli veri che lo hanno sostenuto nei momenti più difficili, ai suoi figli, ai genitori e alla città. Parlando dei figli, Fabio e Angela, li ha definiti “i figli migliori che un padre possa aver desiderato nei sogni più belli”, che sono “sempre al mio fianco”, che hanno “sempre una parola dolce” e che sono pronti “sempre a darmi tutto il sostegno possibile in maniera discreta, ma con l'amore più grane che un figlio può dare a un padre”.

“Grazie a te Pescara – ha detto ancora -, sempre solare, sorridente, sbarazzina, frizzante, giovane, generosa e piena di vita”. “Hai tutto per fare innamorare chiunque ti conosca”, ha concluso: “sono pronta ad accompagnarti per mano verso il tuo futuro che è anche il nostro futuro, che è un futuro ancor più grande, un futuro ancora più bello: quello che costruiremo insieme per una meravigliosa e incomparabile città”.

Copyright 2024 Citynews

Video popolari

IlPescara è in caricamento