Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Alessandra

Alessandra

Rank 0.0 punti

Iscritto mercoledì, 5 luglio 2017

Famiglia accampata in tenda a piazza Italia, interviene il sindaco di Alanno

"Parliamone oggi! Oggi che il nostro avvocato ha contestato la perizia del Tribunale civile, che è alquanto patetica, tanto da chiedere la RICUSAZIONE DEL CTU!!! 25 procedimenti in 18 anni insabbiati ed ancora frodi processuali spudoratissime!!! La Prefettura non ha rilevato alcuna irregolarità, eppure sono 18 anni che l'illecito si espande a macchia d'olio! Dopo che ci hanno sgomberato dalla piazza senza chiarire niente a nessuno, queste ILLUSTRATE autorità manichino, tutte quelle coinvolte nel caso tra Pescara-Alanno-Aquila, hanno preferito nascondere la polvere sotto il tappeto semplicemente cercando in ogni modo di esasperarci, come è stata la provocazione della minaccia di allontanare il minore e così altrettante ancora ad oggi che non riescono a portare a segno... così sgomberandoci dalla piazza pur di non rispettare le Leggi su quanto più grave e più atroce è la permanente negazione di ogni diritto su tutti i fronti: penale, civile, amministrativo! IL COMUNE DI ALANNO HA LASCIATO CROLLARE DUE APPARTAMENTI & la gentuccia -tra i commenti- IN MASCHERA (dati i nickname addirittura di chi si spaccia quale nostro conoscente... che mi venisse in faccia a parlare così) tenesse bene in mente che ho affrontato senza mai battere ciglio l'illegalità d'alto borgo che ancora divampa a macchia d'olio impeciando tutte le autorità "competenti" al caso! Delle idiozie che disse il Sindaco di Alanno, adesso che ce ne facciamo? Dov'è la famiglia Cucinotta? Solo dopo che ci hanno sgomberato abbiamo avuto le "famose" certificazioni dell'alloggio Ater di Alanno e risulta essere stato ristrutturato parecchio dopo che hanno tentato di costringerci a stipularne il contratto ricattandoci che altrimenti non ci avrebbero tenuto più in albergo! Questo è un dato di fatto, che però alle alte autorità sembra un nonnulla! Ricattassero le loro mamme per anni e anni e le buttassero in strada... se resistessero a non "svendere" la dignità! ...allora forse mi sentirei risarcita! Questa metodologia, miss Allegrino, la chiamerebbe politica della casa? E Teodoro che dice dopo aver "studiato" il caso?? Ma lei che si era fatta garante della veridicità delle "giostre" del Comune di Alanno, la lei, che ai giornalisti dichiarò che noi ci fossimo inventati la "mobilità intercomunale", che "IN EMERGENZA ABITATIVA NON ESISTE" (che invece sarebbe stato appena più corretto da parte sua quantomeno dire che se lo sarebbe inventato il Comune di Alanno), ebbene, come gli mette nome al fatto che Pescara ha chiesto ai comuni limitrofi per gli sfollati di via lago di Borgiano la disponibilità di case popolari??? Se un Comune non ha altri alloggi, può o non può chiedere ad un altro Comune di supplire all'emergenza??? Alanno ha chiesto a Pescara perché sulla sua "bellissima" casa ATER ammuffita e disastrata pendeva il nostro GIUSTO RIFIUTO ed anche perchè, Alanno non lo dice ma i documenti sì, ci aveva lasciato in mezzo alla strada già dal 2015, dunque, dopo due anni di "pellegrinaggio" a Pescara, magari sarebbe stato anche ovvio e naturale. Comunque, PESCARA NON HA RISPOSTO AD UN COMUNE DELLA SUA PROVINCIA CHE CONTAVA SUL PRINCIPIO DI SUSSIDIARIETA' & HANNO VOLUTO GIOCARE SPORCO DANDO DEVIANTI DICHIARAZIONI O GIUSTIFICAZIONI A TUTTI GLI EFFETTI INFONDATE! Dunque, dopo la documentazione ATER di ottobre, abbiamo rinnovato motivatamente il rifliuto, dunque, IL SINDACO DI ALANNO HA SCRITTO ALLA REGIONE E PREFETTURA NUOVAMENTE CHE SI PROVVEDESSE ALLA MOBILITA' INTERCOMUNALE_ ...ma il nuovo Prefetto ed il Questore si sono lavati le mani sostenendo che Alanno non ci avesse lasciato in mezzo alla strada (fottendosene di ogni tentata truffa) e D'ALFONSO, DEL VECCHIO E D'EZIO ci hanno palleggiato ancora per molto, ma a tutt'oggi siamo "raminghi" e sparpagliati_ Adesso che anche il CTU ha creduto di giocarsi la professione consegnando una relazione appestata di falsità madornali, mi chiedo se avesse fondati motivi per azzardarsi a tanto... Fin dove sono COPERTI tutti questi PUBBLICI UFFICIALI & INCARICATI DI PUBBLICO SERVIZIO?? QUANT'E' GROSSO STO GIRO?????????? QUANTE MINACCE DI MORTE DOBBIAMO ANCORA RICEVERE "SOTTO IL TAPPETO" MENTRE LA GENTUNCOLA SI DIVERTE A DENIGRARE, DIFFAMARE, CALUNNIARE QUESTA FAMIGLIA?? A che servono i mezzi d'informazione, a dare adito alle frodi processuali & procedurali, o a fare inchieste con i fiocchi? Temo, che questa odierna nostra contestazione-ricusazione, questa nostra implacabile sete di giustizia mieterà le solite disumane e degradanti ritorsioni. INTANTO LA PERIZIA E' FALSA DA CIMA A FONDO!"

7 commenti

Famiglia accampata in tenda a piazza Italia, interviene il sindaco di Alanno

"Parliamone oggi! Oggi che il nostro avvocato ha contestato la perizia del Tribunale civile, che è alquanto patetica, tanto da chiedere la RICUSAZIONE DEL CTU!!! 25 procedimenti in 18 anni insabbiati ed ancora frodi processuali spudoratissime!!! La Prefettura non ha rilevato alcuna irregolarità, eppure sono 18 anni che l'illecito si espande a macchia d'olio! Dopo che ci hanno sgomberato dalla piazza senza chiarire niente a nessuno, queste ILLUSTRATE autorità manichino, tutte quelle coinvolte nel caso tra Pescara-Alanno-Aquila, hanno preferito nascondere la polvere sotto il tappeto semplicemente cercando in ogni modo di esasperarci, come è stata la provocazione della minaccia di allontanare il minore e così altrettante ancora ad oggi che non riescono a portare a segno... così sgomberandoci dalla piazza pur di non rispettare le Leggi su quanto più grave e più atroce è la permanente negazione di ogni diritto su tutti i fronti: penale, civile, amministrativo! IL COMUNE DI ALANNO HA LASCIATO CROLLARE DUE APPARTAMENTI & la gentuccia -tra i commenti- IN MASCHERA (dati i nickname addirittura di chi si spaccia quale nostro conoscente... che mi venisse in faccia a parlare così) tenesse bene in mente che ho affrontato senza mai battere ciglio l'illegalità d'alto borgo che ancora divampa a macchia d'olio impeciando tutte le autorità "competenti" al caso! Delle idiozie che disse il Sindaco di Alanno, adesso che ce ne facciamo? Dov'è la famiglia Cucinotta? Solo dopo che ci hanno sgomberato abbiamo avuto le "famose" certificazioni dell'alloggio Ater di Alanno e risulta essere stato ristrutturato parecchio dopo che hanno tentato di costringerci a stipularne il contratto ricattandoci che altrimenti non ci avrebbero tenuto più in albergo! Questo è un dato di fatto, che però alle alte autorità sembra un nonnulla! Ricattassero le loro mamme per anni e anni e le buttassero in strada... se resistessero a non "svendere" la dignità! ...allora forse mi sentirei risarcita! Questa metodologia, miss Allegrino, la chiamerebbe politica della casa? E Teodoro che dice dopo aver "studiato" il caso?? Ma lei che si era fatta garante della veridicità delle "giostre" del Comune di Alanno, la lei, che ai giornalisti dichiarò che noi ci fossimo inventati la "mobilità intercomunale", che "IN EMERGENZA ABITATIVA NON ESISTE" (che invece sarebbe stato appena più corretto da parte sua quantomeno dire che se lo sarebbe inventato il Comune di Alanno), ebbene, come gli mette nome al fatto che Pescara ha chiesto ai comuni limitrofi per gli sfollati di via lago di Borgiano la disponibilità di case popolari??? Se un Comune non ha altri alloggi, può o non può chiedere ad un altro Comune di supplire all'emergenza??? Alanno ha chiesto a Pescara perché sulla sua "bellissima" casa ATER ammuffita e disastrata pendeva il nostro GIUSTO RIFIUTO ed anche perchè, Alanno non lo dice ma i documenti sì, ci aveva lasciato in mezzo alla strada già dal 2015, dunque, dopo due anni di "pellegrinaggio" a Pescara, magari sarebbe stato anche ovvio e naturale. Comunque, PESCARA NON HA RISPOSTO AD UN COMUNE DELLA SUA PROVINCIA CHE CONTAVA SUL PRINCIPIO DI SUSSIDIARIETA' & HANNO VOLUTO GIOCARE SPORCO DANDO DEVIANTI DICHIARAZIONI O GIUSTIFICAZIONI A TUTTI GLI EFFETTI INFONDATE! Dunque, dopo la documentazione ATER di ottobre, abbiamo rinnovato motivatamente il rifliuto, dunque, IL SINDACO DI ALANNO HA SCRITTO ALLA REGIONE E PREFETTURA NUOVAMENTE CHE SI PROVVEDESSE ALLA MOBILITA' INTERCOMUNALE_ ...ma il nuovo Prefetto ed il Questore si sono lavati le mani sostenendo che Alanno non ci avesse lasciato in mezzo alla strada (fottendosene di ogni tentata truffa) e D'ALFONSO, DEL VECCHIO E D'EZIO ci hanno palleggiato ancora per molto, ma a tutt'oggi siamo "raminghi" e sparpagliati_ Adesso che anche il CTU ha creduto di giocarsi la professione consegnando una relazione appestata di falsità madornali, mi chiedo se avesse fondati motivi per azzardarsi a tanto... Fin dove sono COPERTI tutti questi PUBBLICI UFFICIALI & INCARICATI DI PUBBLICO SERVIZIO?? QUANT'E' GROSSO STO GIRO?????????? QUANTE MINACCE DI MORTE DOBBIAMO ANCORA RICEVERE "SOTTO IL TAPPETO" MENTRE LA GENTUNCOLA SI DIVERTE A DENIGRARE, DIFFAMARE, CALUNNIARE QUESTA FAMIGLIA?? A che servono i mezzi d'informazione, a dare adito alle frodi processuali & procedurali, o a fare inchieste con i fiocchi? Temo, che questa odierna nostra contestazione-ricusazione, questa nostra implacabile sete di giustizia mieterà le solite disumane e degradanti ritorsioni. INTANTO LA PERIZIA E' FALSA DA CIMA A FONDO!"

7 commenti
IlPescara è in caricamento