rotate-mobile
programmi

Sicurezza in aeroporto, l'avvocato pescarese Edno Gargano protagonista a Striscia la Notizia

Il legale è intervenuto nel servizio di Chiara Squaglia del 17 febbraio riguardo il bando per la realizzazione dei cosiddetti "letti d'arresto" all'aeroporto Bergamo-Orio al Serio

L'avvocato pescarese Edno Gargano protagonista nel servizio sul mancato proseguo del bando di gara con cui di Bergamo-Orio al Serio intendeva affidare la realizzazione dei cosiddetti “letti d'arresto”, e cioè la speciale pavimentazione che consente il blocco pressoché istantaneo, ha spiegato nel servizio di sabato 17 febbraio l'inviata Chiara Squaglia, degli aerei che finiscono fuori pista.

L'avvocato è intervenuto per spiegare il perché, a bando fatto, il Tar (Tribunale amministrativo regionale) avesse dato ragione all'azienda seconda classificata, una realtà svedese, che aveva fatto ricorso contro l'aggiudicazione che aveva visto l'assegnazione a un'azienda cinese. “La società cinese che si è aggiudicata il bando non avrebbe proprio potuto partecipare. Infatti il codice appalti 2016 prevede che le società controllate dal governo cinese non possono partecipare alle gare pubbliche in Italia”.

Un importante servizio di sicurezza quello dei “letti d'arresto” che, è stato spiegato nel servizio, in Italia non ci sarebbe, neanche all'aeroporto di Bergamo dove nel 2016 un aereo cargo proprio per l'impossibilità di frenare, era uscito fuori pista invadendo la strada provinciale che costeggia lo scalo. Quel bando era stato fatto nel 2019 con la previsione di concludere i lavori nel 2020. Poi il ricorso e lo stop in merito al quale la società ha spiegato che non si è andati avanti prima per il covid e poi perché il finanziamento da oltre 9 milioni nel frattempo non c'era più, prendendo l'impegno di far ripartire l'iter entro i prossimi due o tre anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza in aeroporto, l'avvocato pescarese Edno Gargano protagonista a Striscia la Notizia

IlPescara è in caricamento