rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Volley

Ilaria Maiezza è più di una promessa: la 18enne pescarese brucia le tappe e approda in Serie A

Il libero classe 2006 farà parte del roster dell’Esperia Cremona nella stagione 2024-2025

Diciotto anni appena compiuti, pescarese doc e un esordio nella Serie A di volley che è ormai imminente. Ilaria Maiezza è un vero e proprio vanto per tutta la pallavolo abruzzese: la sua carriera è già stata impreziosita da momenti esaltanti che sono culminati nel recente annuncio del suo ingaggio da parte di una ambiziosa squadra di A2, l’Esperia Cremona. Il libero classe 2006 è cresciuto agonisticamente nella Pallavolo Teatina, club che le ha permesso di affrontare la Serie B2 già a 13 anni.

Ilaria è stata parte anche della prima squadra in B1, come ha avuto modo di raccontare ai canali ufficiali della formazione lombarda:  “A 15 anni mi sono allontanata da casa per inseguire il mio sogno pallavolistico e ho vissuto un anno a Trecate, uno a Pavia e la scorsa stagione a Venezia, città in cui fra qualche settimana affronterò la maturità di del liceo scientifico. I momenti più felici della mia carriera sono stati sicuramente il quarto posto alle finali nazionali under 18 con l’Igor Volley Novara e la convocazione per un collegiale per la Nazionale al Centro Pavesi. Nelle stagioni precedenti ho cambiato diverse società e ognuna di loro allo stesso modo mi ha lasciato un ricordo positivo e tanti insegnamenti”.

La giovane pescarese non ha avuto alcun tentennamento nello scegliere la sua nuova squadra: “Nel momento in cui il mio procuratore mi ha comunicato la proposta di Cremona, ero molto entusiasta e non ci ho pensato due volte ad accettare. Per una ragazza giovane come me, è una grande opportunità per migliorare e fare esperienza, oltre a dare il mio contributo alla squadra per raggiungere tutti gli obbiettivi che ci prefisseremo, in un campionato impegnativo e combattuto come l’A2”.

Infine, un dettaglio interessante sul numero scelto per la prima maglia che la vedrà protagonista in Serie A, il 7: ”È il numero che mi collega a due persone importanti nella mia vita: mia sorella Cecilia, alla quale voglio un bene immenso e il mio primo allenatore Simone Gualtieri, che mi ha fatto innamorare di questo sport e mi ha formata come persona e atleta”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ilaria Maiezza è più di una promessa: la 18enne pescarese brucia le tappe e approda in Serie A

IlPescara è in caricamento