rotate-mobile
Sport

Entella-Pescara 1-2, Delfino corsaro in Liguria: cronaca, tabellino e voti

Martedì subito in campo il Delfino per il recupero di Pontedera, che la squadra preparerà a Tirrenia

La vittoria in casa Pescara mancava dal 22 ottobre, è tornata a palesarsi quasi un mese e mezzo dopo in Luguria. Grazie alle reti di Cuppone nel primo tempo e di Franchini, da poco entrato, nel primo minuto di recupero, il Pescara ha battuto 2-1 la Virtus Entella, che era pervenuta al pari con Corbari ad una manciata di minuti dal novantesimo. E proprio quando i liguri sembravano poter mettere la freccia e condannare di nuovo al ko la banda di Zeman, la rete di Franchini vale un successo prezioso e - si spera - la fine della cisi biancazzurra. 

Adesso per il Pescara c'è subito un altro impegno, martedì 5 dicembre alle ore 18:30: il recupero della partita di Pontedera. Per preparare al meglio la gara, la truppa non tornerà in sede per poi ripartire ma resterà al nord con base logistica il Centro di Preparazione Olimpica di Tirrenia. 
 


 

Per il calcio d'inizio, mister Zeman a sorpresa ha rinunciato al suo uomo di maggiore qualità e capocannoniere della squadra con 5 sigilli personali, Georgi Tunjov, per affidarsi ad un centrocampo più da sciabola: Squizzato play, scortato da De Marco ed Aloi, hanno il compito di innescare il tridente Merola-Cuppone-Accornero. Pellacani e Floriani Mussolini, invece, le due novità proposte in difesa. Nella Virtus Entella, dei 3 ex in organico il solo Faggioli da Penne, qualche presenza con la Primavera biancazzurra anni fa, è titolare. Solo panchina iniziale per Clemenza e Zappella, protagonisti in riva all'Adriatico nell'annata di C targata Auter-Zauri. L'avvio di partita è di quelli da sciabola e non da fioretto: tanti duelli, soprattutto a centrocampo, e tanta fisicità messa in campo dai contendenti. Sembra più aggressiva la Virtus, ma il Delfino risponde colpo su colpo. I biancazzurri, oggi in completo nero da trasferta, non tirano indietro la gamba in ogni contrasto. L'idea di Gallo è abbastanza simile a quella di Zeman: riconquista della palla e verticalizzazioni. Ritmi bassi e poco spettacolo: i primi 20 minuti di partita scivolano via così, senza sussulti. Al 21', però, nella prima azione di vero stampo zemaniano, il Delfino passa. Segna Cuppone (seconda rete in 4 giorni dopo quella in Coppa Italia al Latina), su sponda di Merola che era stato innescato da Accornero. C'è dunque la firma di tutto il tridente nel gol che sblocca il match. La risposta ligure è nella traversa centrata da Zamparo al 27', complice una deviazione, e nel tentativo a tu per tu di Manzi con Plizzari a superarsi nel corner conseguente. Il solito, generosissimo Cuppone ha provato a creare qualche grattacapo ai difensori liguri, pressando tutti e sfiancandosi in un grande movimento senza palla, ma senza avere grosse occasioni di far male. Dopo la duplice fiammata dell'Entella prima del 30', la partita si è poi di nuovo appiattita. Il Delfino ha provato a spingere più dall'out mancino che non da quello destro, trovando però pronta la difesa di casa a chiudere ogni varco. Al 40' Petermann scalda i guanti di Plizzari in un tentativo comunque abbastanza velleitario dalla lunga distanza. Non accade altro degno di nota sino all'intervallo, al quale le due squadre arrivano con gli ospiti in vantaggio di misura.

L'ammonizione a Squizzato dopo nemmeno due giri di lancette ha dato il via alla seconda frazione di gioco, connotata ancora da grande agonismo. Al 51' si rinnova il duello Petermann-Plizzari, con l'estremo pescarese ancora vincitore. L'Entella alza i giri del motore, provando a spingere con più convinzione ed intensità ma invano. Faggioli e Petermann i più pericolosi tra i padroni di casa che al 60' inseriscono Tascone (altro ex, pur non avendo mai esordito in prima squadra) e Meazzi al posto degli spenti Mosti e Tomaselli. Plizzari ancora decisivo al 65', subito dopo il triplice cambio deciso da Sdengo: in Tunjov, Franchini e Cangiano, out Squizzato, De Marco ed Accornero. Il Pescara gioca ora bene in ripartenza, ma è poco concreto e poco cattivo. Crea di più, ma non fa male. De Lucia si salva sempre, più per egoismo dei pescaresi nel provare a fare tutto da soli senza servire i compagni che non per sue prodezze. Al 76' scocca l'ora dell'ex Clemenza nell'Entella, che sfiora il gol su calcio piazzato con Tascone, entrato poco prima. Nel momento in cui la gara si sta indirizzando verso la via di Pescara, arriva la doccia fredda. Minuto 85: corner di Clemenza, colpo di testa di Corbati e gol dei padroni di casa. Che poi spingono per tutta la parte finale, senza esiti. Meazzi, anche lui da poco entrato, centra la seconda traversa per una sfortunata Entella. Ma al triplice fischio, le due contendenti non si sono divise la posta in palio perchè in pieno recupero, proprio nel momento del massimo sforzo della banda di mister Gallo, Franchini ha gelato il Comunale di Chiavari con la rete che vale 3 punti dopo un maxi recupero di 8 minuti. E che, forse, vale anche la fine della crisi biancazzurra

Il tabellino

Entella- Pescara 2-1

ENTELLA (4-3-1-2): De Lucia 6; Parodi 6, Manzi 6,5, Bonini 6, Di Mario 5,5 (83' Zappella sv); Corbari 6,6, Petermann 6,5, Tomaselli 5,5 (60' Meazzi); Mosti 5,5 (60' Tascone), Faggioli 6 (83' Djabi Embalo sv); Zamparo 6 (76' Clemenza sv). A disp.: Paroni, Siaulys, Cecchini Muller, Kontek, Sadiki, Lipani, Reali, Banfi, Lancini. All. Gallo 6

PESCARA (4-3-3): Plizzari 7; Floriani Mussolini 6, Pellacani 6, Mesik 6, Milani 6,5; Aloi 6, Squizzato 6 (64' Tunjov 6), De Marco 6 (64' Franchini 6); Merola 6 (95' Brosco sv), Cuppone 6,5 (83' Masala sv), Accornero 6.5 (64' Cangiano 6). A disp.: Barretta, Di Pasquale, Vergani, Pierno, Mora, Manu, Staver, Moruzzi, Dagasso, Tommasini. All. Zeman 6

Arbitro: Virgilio di Trapani 6

Reti: 21' Cuppone (P), 85' Corbari (E), 91' Franchini (P)

Note: ammoniti Squizzato, De Marco, Franchini (P)

105 spettatori ospiti


 


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entella-Pescara 1-2, Delfino corsaro in Liguria: cronaca, tabellino e voti

IlPescara è in caricamento