Venerdì, 22 Ottobre 2021
Sport

Scherma: la più giovane atleta agli italiani è pescarese

Anastasia Zitti è nata nel mese di dicembre 2006 ed è tesserata per il Club Scherma Pescara, società sorta proprio in piena seconda ondata pandemica. Ora è arrivata la prima soddisfazione: la partecipazione ai campionati italiani assoluti

Avevamo già scritto qualche tempo fa di una società che si occupa di scherma a Pescara, una realtà nuova che ha grandi ambizioni. Ma la notizia che avevamo dato è che il Club Scherma Pescara è nato pochi mesi fa, mentre tante realtà decidevano giocoforza di chiudere i battenti, proprio sotto la pesantissima seconda ondata della pandemia.

Una scelta se vogliamo in controtendenza, che però a quanto pare sta dando i suoi primi frutti. In questi giorni si sono svolti a Cassino i Campionati italiani assoluti di questa disciplina. Con alcune curiosità che meritano di essere approfondite.

Nel fioretto femminile, l'Abruzzo è stato guidato dalla più giovane atleta d'Italia, Anastasia Zitti, tesserata proprio con il Club Scherma Pescara. Per la giovane Anastasia si è trattato del primo campionato italiano assoluto, una gara estremamente difficile se si considera che hanno partecipato addirittura atlete olimpiche come Alice Volpi e Arianna Errigo. 

Alessandro Maggi-2

Insieme ad Alessandro Maggi (fioretto maschile) hanno vestito i colori del Club Scherma Pescara e di conseguenza hanno rappresentato tutta la scherma abruzzese, affrontando la competizione con serietà e lottando fino all'ultima stoccata.

Il responsabile tecnico Fabio Pascale ha aggiunto: "I nostri atleti hanno dimostrato che anche in una realtà piccola e giovane come la nostra, tutto è possibile attraverso il sacrificio e la dedizione. Alessandro e Anastasia si sono allenati duramente in questi pochi mesi a disposizione: seppur con mille imprevisti siamo riusciti a qualificarci e a partecipare a questa importantissima gara. Il risultato non è andato a nostro favore, è corretto sottolinearlo nella piena onestà sportiva, ma continueremo a lavorare per migliorare sempre di più. Sono fiero dei nostri atleti che onorano il Club Scherma Pescara in ogni ambito".

Un fiore può nascere anche dalla pandemia, un fiore coraggioso perché originato dalla testardaggine e dall'ottimismo che solo la pratica dello sport può generare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scherma: la più giovane atleta agli italiani è pescarese

IlPescara è in caricamento