menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verso la corazzata Siena per dimenticare l'Albinoleffe

Dopo la brutta sconfitta in Coppa Italia i biancazzurri sono attesi dal difficile esordio in campionato contro il Siena. Dubbi sul modulo: non convince il fantasista dietro le punte

Dopo la pesante sconfitta subita in Tim Cup, a Bergamo, contro l'Albinoleffe, i ragazzi di Di Francesco sono chiamati subito al riscatto domenica sera contro la corazzata Siena. I bianconeri di mister Antonio Conte partono nettamente favoriti nella sfida d'apertura dell'Adriatico.Il Pescara dovrà mettere in campo alcune delle armi che non si sono viste in Coppa Italia: aggressività, pressing sui portatori di palla, spirito di sacrificio e un pizzico di fortuna.

MODULO - Il modulo con il fantasista dietro le punte ha lasciato parecchio a desiderare con l'Albinoleffe soprattutto perché ha reso vulnerabile un centrocampo che non ha un vero e proprio giocatore da mettere davanti alla difesa: Gessa, che ha giocato mezz'ala, è un esterno puro; Cascione, che è stato schierato davanti alla difesa, è un interno di centrocampo che ha dato il meglio di sé quando ha avuto la libertà di inserirsi in zona gol; Dettori non è certo una da battaglia.

Per questi motivi, in Tim Cup, la difesa ha sofferto più del dovuto l'organizzazione e l'abilità di sfruttare ogni minimo errore avversario degli uomini di Mondonico. La serie B è dura, Albinoleffe docet, e ci sarà da lottare per mantenere la categoria.

ATTACCO - In attacco l'assenza di un vero bomber di categoria si fa sentire (Bruno è andato a segno dopo soli tre giorni di allenamento con il Sassuolo). Maniero ha dimostrato che è un giovane forte ma di prospettiva; Sansovini si sbatte per tutto il fronte d'attacco ma sembra aver smarrito lo smalto di un tempo in zona gol; Ganci è una seconda punta e di gol in B ne ha sempre fatti pochini. A centrocampo è palese l'assenza di un metronomo che sappia reggere la baracca nei momenti di difficoltà. A pochi giorni dall'inizio del campionato i tifosi si aspettano dei movimenti importanti in entrata.


Nel frattempo la società della Delfino Pescara 1936 ha comunicato di aver ceduto al Brindisi a titolo di prestito, le prestazioni sportive dell'esterno di centrocampo Diego Matarazzo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento