menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescara Cosenza 3-1: arriva la terza vittoria consecutiva

Ottima prestazione del Pescara che batte meritatamente il Cosenza per 3-1 in casa. Reti di Ganci (su rigore), Sansovini e Bonanni per i biancazzurri. Il Verona perde con il Marcianise, ed ora riflettori puntati sullo scontro diretto di domenica


vasto3PESCARA (4-4-2): Pinna; Medda, Sembroni, Mengoni, Petterini; Bonanni (Gessa 37’s.t.), Coletti, Tognozzi(Soddimo 15 s.t.), Dttori; Ganci, Sansovini (Zizzari 36’ s.t.). A disp.: Bartoletti, Capuano, Vitale, Zappacosta. Allenatore: Eusebio Di Francesco.

 
COSENZA (3-4-3): Gabrieli; Musca, Di Bari, Scognamiglio; Bernardi, Roselli (De Pascalis 40’s.t.), De Rose, Chianello; Virga (Fiore 31 s.t.), Biancolino, Danti (Scotto 43’ s.t.). A disp.: Ameltonis, Ungaro, Marsili, Olivieri, Scotto. Allentore: Domenico Toscano.

Ammoniti: Tognoszzi (P), Virga (C), Bernardi (C). Espulsi: Chianello (C) al 24’ s.t.

 

In un Adriatico stracolmo d'entusiasmo e di tifosi, il Pescara centra una vittoria fondamentale e accorcia a due punti la distanza dalla capolista Verona. Come preventivato alla vigilia Medda rileva lo squalificato Zanon, Sembroni capitan Olivi e Ganci il baby Inglese.

LA SINTESI

La prima frazione di gioco ha visto un Pescara pimpante, soprattutto nei primi venti minuti, ma la più grande occasione da gol l’hanno avuta gli ospiti con Danti:

Al 13’ del p.t. primo sussulto del Pescara: Sansovini, lanciato in area di rigore da Dettori, viene fermato da un fallo di mano di Di Bari, per l’arbitro Zanichelli di Verona è tutto regolare;

Al 17’del p.t. ancora Pescara: Sansovini serve Ganci che, però, viene fermato in uscita dall’estremo difensore ospite;

Al 18’ del p.t. Sansovini si infila tra  i due centrali dei calabresi e di sinistro incrociando non riesce a trovare la porta;

Al 20’ del p.t. Medda di destro spara da fuori, provvidenziale la parata di Gabrieli con i piedi;

Al 24’ del p.t. si rende pericoloso il Cosenza: Danti prende palla al limite dell’area, fa fuori l’intera difesa biancazzurra ma una volta arrivato davanti a Pinna, spara la palla alle stelle;

Al 40’ del p.t. Dettori dal vertice sinistro dell’area spara di col mancino ma non inquadra la porta.

La ripresa comincia con la notizia del vantaggio del  Real Marcianise nei confronti della capolista Verona. Il tifo biancazzurro cerca di spingere i ragazzi di Di Francesco verso una vittoria fondamentale:

Al 7’ del s.t. Buono spunto di Bonanni sulla destra, tiro a lato;

All’11’del s.t. Il Cosenza si rende pericolo con un colpo di testa di Scognamiglio dopo una punizione ben battuta da Virga;

Al 18’del s.t. Punizione sull’out di destra per il Pescara. Bonanni di sinistro spedisce la palla alta sopra la traversa;

Al 19’ del s.t. Ancora Pescara: Dettori verticalizza per Sansovini, il numero 9 biancazzurro viene anticipato dal portiere ospite;

Al 20’ del s.t. Traversa per il Pescara: Bonanni su calcio piazzato lascia partire un tracciante di sinistro che, anche con l’aiuto del vento, assume una traiettoria beffarda e va ad infrangersi sulla traversa del Cosenza;

Al 22’ del s.t. Rigore per il Pescara: Sansovini viene trattenuto in area e per  l’arbitro ci sono gli estremi per il calcio di rigore e il conseguente rosso per Chianello;

Al 24’ del s.t.Ganci dal discetto: spiazzato l’estremo difensore del Cosenza;

Al 27’ del s.t. Soddimo ssfugge sulla destra e serve Sansovini, il 9 del Pescara stoppa di petto e calcia di sinistro ma la palla viene deviata in angolo;

Al 29’ del s.t. Sembroni sale in cielo e di testa schiaccia verso al porta avversaria, miracolo di Gabrieli;

Al 34’ del s.t. Il Pescara raddoppia: Bonanni dalla sinistra serve un cross rasoterra al centro, Sansovini in scivolata insacca e torna a segnare dopo cinque mesi di digiuno;

Al 35’ del s.t. Chiude i conti il Pescara: Bonanni da 25 metri lascia partire un sinistro di rara bellezza che non lascia scampo all’estremo ospite cosentino;

Al 43’ Biancolino, in mischia, accorcia le distanze per il Cosenza

DALLA SALA STAMPA

Il Presidente Beppe De Cecco: “Ero convinto della vittoria e che Sansovini si sarebbe sbloccato. La squadra è in salute mentre il Verona vive un momento d’appannamento. La trasferta di Verona è decisiva e bisogna affrontarla giusta mentalità”.

L’allenatore del Pescara, Eusebio Di Francesco:  “Era fondamentale giocare con questa mentalità, con questa determinazione. Siamo stati agevolati dalla loro espulsione ma la squadra ha cercato sempre di fare la partita. L’ingresso di Soddimo ha migliorato il gioco sulle fasce.

 

L’attaccante del Pescara, Massimo Ganci: “La vittoria ci da morale e convinzione. Sono contento per il mio e gol e per quello di Marco. E’ importante che “Sanso” abbia ritrovato la via della rete. Dopo due giorni di riposo ci prepareremo in vista della trasferta di Verona”.

di-fra

 

 

Aggiornato alle 19 del 3 aprile 2010

 

 

Un uovo di Pasqua con dentro tre punti quello che il Pescara Calcio regala ai suoi tifosi ed alla dirigenza.

Finisce 3-1 per i biancazzurri la sfida allo Stadio Adriatico contro il Cosenza, che nulla può davanti alla voglia di vincere ed al gioco incisivo mostrato dal Pescara.

Le reti sono state segnate tutte nel secondo tempo: al 24' Ganci su rigore porta in vantaggio il Pescara; raddoppio di Sansovini al 33', terzo gol di Bonanni poco dopo, al 37'.

Il Verona, intanto, perde contro il Marcianise ed ora la squadra di Di Francesco è ad un solo punto dalla vetta.

Domenica, quindi, riflettori puntati sullo scontro diretto contro gli scaligeri: vincere significherebbe andare in testa

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento