Venerdì, 14 Maggio 2021
Sport

Pallanuoto donne serie A1, sconfitta in extremis per il Pescara: a Milano finisce 5-4

La rabbia di Cianfrone: "Per l'andamento della partita sarebbe stato più giusto un pareggio, che non mi avrebbe comunque accontentato... figuriamoci la sconfitta a un secondo dalla fine e per un nostro errore!"

Koide e Jing, le due asiatiche del Pescara Pallanuoto femminile

Incredibile epilogo a Milano nella seconda giornata della serie A1 donne, con una partita quasi vinta dal Pescara che invece si è tramutata in sconfitta a pochi attimi dalla fine. La rete della lombarda Cordaro ha sicuramente gelato tutto il team biancazzurro, a dimostrazione che nella massima categoria non è possibile rallentare il ritmo negli ultimi due tempi, pena... il ko anche a un soffio dal termine.

Parziali: 2-1, 0-3, 1-0, 2-0, finale quindi di 5-4 per il Milano.

Il Pescara ha fatto esordire le due asiatiche Koide e Jing. A segno sono andate Ranalli due volte, quindi Apilongo e Jing.

Le dichiarazioni del post-partita ce le fornisce l'allenatore Tommaso Cianfrone: "Per l'andamento della partita sarebbe stato più giusto un pareggio, che non mi avrebbe comunque accontentato... figuriamoci la sconfitta a un secondo dalla fine e per un nostro errore! Potevamo creare un break sul 4-2 per noi, ma abbiamo staccato la spina troppo presto pensando di poter già portare a casa i 3 punti . In serie A1 non può accadere e non puoi distrarti: due tempi senza segnare hanno pesato, e molto. Siamo una squadra giovane che deve fare tesoro degli errori e migliorare giorno dopo giorno. Ora è importante ripartire, metabolizzando la sconfitta e pensando da subito all'impegno di sabato contro il Cosenza".

Sabato prossimo, alle ore 15 presso il Pala-Pallanuoto, si giocherà Pescara-Cosenza: entrambe le squadre sono a zero punti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallanuoto donne serie A1, sconfitta in extremis per il Pescara: a Milano finisce 5-4

IlPescara è in caricamento