Sport

Pallamano: Ogan Pescara a Teramo per chiudere il discorso del primo posto

I biancazzurri, in caso di vittoria, saranno certi di accedere ai play-off promozione da primi della classe. Il portiere Tornincasa: "Ci siamo allenati bene. Andiamo a Teramo per restare imbattuti"

Il portiere Valerio Tornincasa (credit: Fabrizia Petrini)

Primo match point e servizio alla Ogan Pescara. L’8a giornata della Serie B maschile (girone Abruzzo-Marche) potrebbe già chiudere il discorso legato al primo posto: i biancazzurri domani mattina (ore 11) faranno visita alla Lions Teramo e al Palasport di San Nicolò a Tordino si giocano la loro prima chance pre la conquista del primato aritmetico della classifica. I calcoli di rito sono presto fatti: incamerare due punti domenica vorrebbe dire portarsi a +4 dal Città Sant’Angelo, attualmente la più vicina alla Ogan, rendendosi irraggiungibile con soli quattro ulteriori punti a disposizione degli angolani e grazie al vantaggio pescarese negli scontri diretti.

L’infermeria continua a non fare sconti: certe le assenze di Marco Ciarrochi, Simone Pellegrini e Michele Pierangeli. Non al top Roberto Pieragostino, fin qui il miglior realizzatore della Ogan. Rispetto a domenica scorsa coach Mastrangelo recupera Aldamonte, Falcone e Ciaccio e si affiderà con più continuità ad un Loporcaro in crescita esponenziale. Tra i pali ad Emanuele Colaprete si affiancherà Valerio Tornincasa:

“Siamo pronti. Come avvenuto sin dall’inizio della stagione – commenta il numero uno della Ogan – affronteremo questo nuovo impegno uniti, decisi più che mai a chiudere il discorso primo posto e a mantenere intatta la nostra imbattibilità. Giocheremo contro una squadra giovane, che sicuramente cede qualcosa in termini di esperienza, ma con tanta corsa nelle gambe e che all’andata ha saputo crearci più di qualche problema. Sono una squadra temibile e sarà una partita tutt’altro che semplice. Noi siamo carichi. Ci siamo allenati con concentrazione e vogliamo vincere”.

Insomma, l’organico allenato da Michele Mastrangelo avvertirà quel pizzico di pressione data dall’importanza dei 60’, con l’aggravante di giocare fuori casa – e non avveniva addirittura dallo scorso 13 febbraio – e contro l’avversaria che forse più di tutte ha messo in difficoltà gli adriatici nella loro marcia fin qui ininterrotta.

All’andata, il 21 febbraio, Pescara si impose 29-25 chiudendo la partita nell’ultimo quarto d’ora dopo il ritorno dei giovani teramani guidati in panchina da Nicole Pastor. E se in tutte le altre quattro partite Pescara non è mai andata sotto il +9 contro ciascuna delle sue avversarie, guai comunque a sottovalutare l’impegno del weekend. Sarà l’ultimo match prima della pausa pasquale. A seguire il girone abruzzese tornerà in campo l’11 aprile proponendo il derby tra Ogan Pescara e Hc.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallamano: Ogan Pescara a Teramo per chiudere il discorso del primo posto

IlPescara è in caricamento