menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Naiadi, parte la diffida formale verso i gestori per chiedere la riapertura

Promotore dell'iniziativa è il consigliere comunale di Forza Italia Claudio Croce, presidente della commissione statuto, che è anche padre di due ragazzi che frequentano l'impianto. La richiesta è rivolta all'assessore regionale allo Sport Quintino Liris

Parte la diffida formale verso i gestori delle Naiadi per chiedere la riapertura immediata della struttura, concedendone l'utilizzo ai giovani atleti, iscritti alle società di nuoto, pallanuoto e nuoto sincronizzato, di Pescara e provincia, nell'assoluto rispetto delle prescrizioni Covid-19.

Promotore dell'iniziativa è il consigliere comunale di Forza Italia Claudio Croce, presidente della commissione statuto, che è anche padre di due ragazzi che frequentano l'impianto. La richiesta è rivolta all'assessore regionale allo Sport Quintino Liris, e per conoscenza anche ai presidenti della giunta Marco Marsilio e del consiglio Lorenzo Sospiri.

"La vicenda è inaccettabile e, per certi versi, surreale - commenta Croce - perché da oltre due mesi, ovvero dall'inizio della seconda ondata dell'emergenza, ma prima dell'introduzione della zona rossa, il centro sportivo Le Naiadi ha chiuso i battenti lasciando fuori atleti e società. Il paradosso è che si tratta dell'unico impianto natatorio chiuso in tutto l'Abruzzo: tutti gli altri stanno lavorando regolarmente, garantendo la sicurezza degli atleti".

Per tale ragione, aggiunge Croce, "chiediamo in primis all'assessore Liris di diffidare subito gli attuali gestori de Le Naiadi affinchè l'impianto sia riaperto immediatamente, o ad avviare in ogni caso tutte le iniziative necessarie per rendere fruibili le vasche, valutando anche l'ipotesi di revocare, se necessario, la concessione agli attuali gestori che, evidentemente, dimostrano totale disinteresse verso le esigenze dei giovani atleti abruzzesi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento