menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Pescara si salva: battuta la Cavese, Lanciano ai play out

Grazie alla prima ed unica vittoria in trasferta della stagione, il Pescara di Cuccureddu batte la Cavese in una partita al cardiopalmo e si salva evitando i play out, che invece dovrà affrontare il Lanciano.

Se la partita di ieri pomeriggio disputata a Cava dei Tirreni fosse stata vista da qualche sceneggiatore o regista di Hollywood, sicuramente l'avrebbe presa come spunto per il suo prossimo thriller all'ultimo respiro.

I protagonisti, in questo caso, sono stati però gli undici biancazzurri del Pescara guidato da Cuccureddu che, grazie all'unica vittoria ottenuta in trasferta, sono riusciti miracolosamente ad evitare l'accesso ai play out conquistando la salvezza diretta per la gioia dei tifosi e della dirigenza.

Un match che sin dalla vigilia appariva difficile ma non proibitivo: la Cavese del pescarese Camplone doveva fare punti per continuare a sperare nei play off, mentre per il Pescara l'unico risultato era la vittoria.
Cuccureddu però è stato sempre ottimista, confidando nella forza d'animo e nell'organico a disposizione, e le sue previsioni sono risultate esatte: vittoria per 4-3 con doppietta di Zeytulaev e Simon, e doppia esplusione per la Cavese nel finale.

La partita inizia male, con il goal dei padroni di casa: ma il Pescara reagisce e Zetytulaev pareggia realizzando il primo dei sue due goal in questa partita. Ma la Cavese non ci sta, e torna in vantaggio. Si va al riposo con i biancazzurri condannati ai play out.

Entra però in scena Simon, che regala il momentaneo pareggio. Un risultato inutile ad entrambe le squadre, ma il Pescara ci crede ed ottiene il vantaggio per 3-2 con ancora Zeytualev. Sembra fatta, ma i campani reagiscono e grazie ad una leggerezza difensiva dei pescaresi, ottengono il pari.

I tifosi e la dirigenza sono tesi e preoccupati, gli altri risultati penalizzano i biancazzurri, ma Simon concretizza cinicamente un contropiede: è il 3-4 finale.

Scatta il nervosismo in campo, e la Cavese rimane in nove per la doppia espulsione del portiere e di Pierotti. Un'occasione da non perdere, basta controllare il risultato e l'impresa è fatta.

Al fischio finale i tifosi pescaresi ed i dirigenti esplodono in un urlo liberatorio: l'emozione è tanta, per un Pescara che ha vissuto una delle stagioni più sofferte e difficili di sempre.

Una salvezza che vale quanto la vittoria di un campionato.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento