menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I rigori eliminano il Pescara dalla Coppa Italia: passa la Pro Vasto

La lotteria dei calci di rigore elimina il Pescara dalla Coppa Italia. La Pro Vasto accede quindi al prossimo turno. I biancazzurri, nonostante la testa sia già a Portogruaro, si impegnano al massimo contro un'avversaria ben organizzata

vasto3Dopo l’esaltante prova di domenica scorso sembrava che il Pescara dovesse disputare una gara d’allenamento contro la Pro-Vasto ed invece  Romito e compagni hanno fatto fatica a fronteggiarla.

Al 7’ la formazione di Di Meo passa in vantaggio con Dimatera.

Al 13’ il Pescara prova il fraseggio negli spazi fra Verratti ed Artistco: quest’ultimo serve il giovane bianco-azzurro proprio davanti al portiere avversario, ma Ciotti fa buona guardia intervenendo sul pallone.

Al 31’ Carboni pareggia i conti realizzando una rete che difficilmente avrebbe potuto sbagliare.

Nella seconda frazione di gara gli uomini di Cuccureddu non sembrano rientrare in campo con il piglio giusto, ma riescono comunque a tenere il campo meglio della Pro-Vasto, che al contrario lavora molto sui raddoppi per evitare l’uno contro uno con gli avversari.

Al 50’ Carboni sciupa un buon pallone che arrivava da uno splendido lancio dell’esordiente Matarazzo, consegnandolo alla difesa ospite.
 
Al 60’ il primo ammonito della gara è Servi per un fallo su Verratti che pericolosamente si aggirava nei pressi del limite dell’area palla al piede.

Al 69’ primo ammonito della formazione bianco-azzurra. A seguire prima sostituzione nelle file del Pescara: esce con il numero 11 Matarazzo ed entra con il numero 18 Ganci.

Il Pescara cresce d’intensità: i tiri da lontano ad opera di Coletti si intensificano.
Al 73’ esce con il numero 6 Cacciaglia ed entra con il numero 14 Digno.

Al 84’ seconda sostituzione per la Pro-Vasto: esce con il numero 7 Fiore ed entra con il numero 18 Maccarone.

Al 85’ seconda sostituzione per il Pescara: esce con il numero 3 Petterini ed entra con il numero 13 Vitale.

Terza sostituzione per la Pro vasto: esce con il numero 3 Bombara ed entra con il numero 13 Cioffi.

Al 90’ Ganci, dalla distanza tenta il tiro sfiorando di poco l’incrocio dei pali. A seguire su cross di Coletti ancora lui , di testa sfiora il gol del possibile vantaggio.

Il tempo regolamentare finisce con il pareggio che sta stretto al Pescara e calza a pennello per la formazione vastese. I tempo supplementari vedono il Pescara prevalere sul campo.

Al 92’ Zappacosta calcia dal vertice destro dell’area difesa da Sassanelli costretto agli straordinari, con la sfera che manca di pochissimo l’incrocio. 

Al 93’ terza sostituzione per il Pescara: esce con il numero 7 Carboni ed entra con il numero 16 il classe ’91 Nardone.

Al 9’ ammonito Artistico per essere rientrato in campo senza il permesso del direttore di gara.

Al 18’ annullato gol a Ganci che era riuscito a sorprendere con un  colpo di testa Sassanelli.

Finiscono i tempi supplementari con il risultato di parità: 1-1 fra Pescara e Pro-Vasto.

La lotteria dei calci di rigore porta la Pro Vato in fase finale fermando il Pescara che saluta così il primo possibile trofeo stagionale.

Pescara: Prisco, Zanon, Petterini, Coletti, Romito, Sembroni, Carboni, Zappacosta, Artistico, Varratti, Matarrazzo.

In panchina: Bartoletti, Vitale, Marinelli, Berardocco, Nardone, Martella, Ganci.
Allenatore Sig. Antonello Cuccureddu

F.C. Pro Vasto: Sassanelli, Della Penna, Bombara, Servi, Ciotti, Cacciaglia, Fiore, Avantaggiato, Ludovisi, Suriano, Dimatera

In panchina: Gaudino, Cioffi, Digno, Sappracone, Di santo, Di Santo, Lammanda, Maccarone, 
Allenatore Sig. Giuseppe Di Meo


vasto4


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zone rosse in Abruzzo, chi entra e chi esce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento