menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Successo a Montesilvano per il 6° festival internazionale di scacchi Pasqua

La manifestazione è stata organizzata dall'Asd Circolo Scacchi Fischer Chieti e si è tenuta nel Grand Hotel Adriatico

Nei saloni del Grand Hotel Adriatico di Montesilvano si è tenuto, dal 2 al 5 aprile, il 6° Festival Internazionale di Scacchi Pasqua a Montesilvano, organizzato dall’Asd Circolo Scacchi Fischer Chieti. Il festival, che ha visto la partecipazione di 145 giocatori provenienti dall’estero e da 13 regioni italiane, è stato impreziosito dalla presenza dei Maestri Internazionali (MI) Olga Zimina (38 anni, italo-russa), Miragha Aghayev (28 anni, Azerbaigian) e Virgilio Vuelban (49 anni, Filippine), nonché di vari Maestri Fide (MF) tra cui il giovane senese Francesco Bettalli (16 anni), il romano Valerio Carnicelli (20 anni), il milanese Nicolò Pasini (24 anni), il messinese Andrea Favoloro (22 anni), il modenese Gabriele Franchini (42 anni) e il bolognese Giulio Calavalle (44 anni). Da segnalare inoltre la partecipazione del 18enne rosetano Nicolò Orfini, Maestro Fsi, della barlettana Gaia Paolillo (22 anni), Maestro Fide femminile (Wmf) e della giovane Candidato Maestro (CM) teatina Melissa Maione, classe 2004, campionessa italiana U16 in carica.

Il Festival è stato articolato in 3 diversi tornei, Open A, Open B e Open C in cui i partecipanti erano suddivisi in base alla propria forza di gioco, espressa dal punteggio “Elo Fide”. I tornei si sono svolti con 6 turni di gioco e con la cadenza “lunga”, tipica dei festival, di 90 minuti + 30 secondi di abbuono a mossa: ogni giocatore aveva, per completare ogni partita, un tempo di 90 minuti al quale venivano aggiunti 30 secondi dopo l’esecuzione di ciascuna mossa. Nell’Open A (46 giocatori) il MI Virgilio Vuelban si è imposto in modo perentorio realizzando 5,5 punti, frutto di 5 vittorie e di una sola patta. Il secondo gradino del podio è stato conquistato dal Mf Nicolò Pasini a quota 4,5 punti che ha superato il Maestro Nicolò Orfini (3° classificato), il Mf Andrea Favaloro (4° classificato) e il MF Valerio Carnicelli (5° classificato).

Nell’Open B (48 giocatori) si è registrato un “arrivo in volata” a quota 5 punti: il miglior buholz ha consegnato la vittoria al Seconda Categoria Nazionale (2N) Gabriele Pace (40 anni di Empoli, FI), il 2° posto alla giovane Prima Nazionale (1N) torinese Giada Rinaudo (18 anni) e il 3° posto al 1N Antonio Tacconi (55 anni di Siena). Infine, nell’Open C (51 giocatori) netto successo della giovane Caterina Alagna (14 anni di Bologna) che, infilando 5 vittorie consecutive dopo aver pareggiato al 1° turno, ha chiuso in solitaria al comando con 5,5 punti. Completano il podio, a quota 5 punti, il giovanissimo Riccardo Soncin (classe 2011!), 2° classificato, e il 14enne lodigiano Roberto Haulotte, 3° classificato; entrambi hanno prevalso per spareggio tecnico su un altro giovane, il forlivese Elia Bergamaschi (classe 2006).

6° festival internazionale di scacchi pasqua a montesilvano 2-2-2

Il Festival è stato diretto dal collaudato e affiato team arbitrale composto dall’Af Gianluca Mircoli, dall’An Giovanni Lattanzi e dall’Acn Massimo Maione. La manifestazione, consentita dal dcpm 2 marzo 2021 quale evento sportivo di livello agonistico e di preminente interesse nazionale riconosciuto dal Coni, si è svolta a porte chiuse nel rispetto delle normative governative di contenimento del Covid-19, ulteriormente precisate e dettagliate dal protocollo sanitario predisposto dalla Federazione Scacchistica Italiana.

Al riguardo il comitato organizzatore ha dovuto produrre un intenso sforzo, economico e di lavoro per il proprio staff, al fine di poter attuare tutte le misure di sicurezza previste; in particolare, si è reso necessario allestire la sala da gioco con le scacchiere a distanza minima di 2 metri, tavoli di profondità minima di 1 m. dotati di divisori parafiato in plexiglass per separare frontalmente i 2 avversari sulla scacchiera, oltre che effettuare continue procedure di sanificazione, igienizzazione e controllo dei partecipanti. Occorre evidenziare come gli scacchisti stessi nelle pause di gioco, nonché i loro accompagnatori, abbiano potuto godere dello splendido litorale adriatico, affascinante in primavera.

Si noti che la struttura alberghiera ospitante, chiusa da oltre 3 mesi a causa del divieto governativo imposto alle manifestazioni congressuali e convegnistiche, ha riaperto esclusivamente per l’occasione, come già era avvenuto a dicembre per ospitare un analogo Festival scacchistico. Al riguardo Adriano Tocco, direttore del Grand Hotel Adriatico, ha espresso parole di elogio per la manifestazione: “Gli scacchi hanno dimostrato di nuovo, nonostante le problematiche epidemiologiche, di essere in grado di generare un forte impatto turistico, promozionale e commerciale per la città di Montesilvano”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Attenzione al razzo cinese: l'ironia corre sul web [FOTO]

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento