rotate-mobile
Calcio

Zeman, assist a Sebastiani: "Sono a disposizione e vorrei continuare"

Torna a parlare il tecnico del Pescara: "Se ho deciso di restare vuol dire che ero convinto di poter fare bene. Se sono qua vuol dire che me la sento. Il presidente chiarisca cosa vuole fare"

Vigilia di campionato per il Pescara, che domani sera (21 dicembre) sarà di scena ad Ascoli Piceno: dopo le aspre polemiche con il presidente Daniele Sebastiani e il rischio esonero sventato, è tornato a parlare Zdenek Zeman.

In conferenza stampa, il tecnico biancazzurro ha fatto riferimento anche a quanto accaduto domenica scorsa dopo la partita con il Novara, quando Sebastiani aveva minacciato di mandarlo via anzitempo.

"Non ho né visto né sentito il presidente - ha spiegato il boemo - Io ho detto quello che ho fatto a fine mercato (sabato scorso aveva rivelato di aver presentato le dimissioni lo scorso 1° settembre, ndr), ma non ci vedo niente di grave perché se ho deciso poi di restare vuol dire che ero convinto di poter fare bene. Se sono qua vuol dire che me la sento. Le parole di Sebastiani le interpreto in un solo modo, ma mi tengo tutto per me. Forse è stata fatta un po' di confusione, quello che è successo è successo. Sono a disposizione e vorrei continuare. Poi nel calcio possono succedere tante cose. Io non devo chiarire nulla, il presidente deve chiarire cosa vuole fare".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zeman, assist a Sebastiani: "Sono a disposizione e vorrei continuare"

IlPescara è in caricamento