rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Calcio

Mito Zeman, anche Sigfrido Ranucci è suo fan: “Solo a lui ho chiesto l'autografo”

L'ormai ex tecnico del Delfino, che vuole tornare ad allenare a settembre, è stimato (anche) da uno dei giornalisti d'inchiesta più importanti e noti d'Italia

Da sempre Zdenek Zeman è personaggio trasversale nel mondo del calcio. Amato anche dai tifosi non delle sue squadre ed altrettanto avversato. Le sue battaglie etiche ed il suo gioco champagne, col marchio di fabbrica 4-3-3, però, lo hanno reso simbolo ed emblema di un determinato tipo di calcio che fa ancora proseliti. Anche tra i personaggi televisivi (e non solo) più noti. Da poco ha dovuto chiudere anzitempo la stagione per motivi di salute, ma già a settembre, quando avrà compiuto 77 anni, vuole tornare in sella. A Pescara? Non si sa, ma proprio in zona, a Spoltore, ci sarà la sua prima uscita pubblica dopo l'operazione del 19 febbraio.


 

Intanto Sdengo incassa la stima pubblica di Sigfrido Ranucci, giornalista, autore televisivo e conduttore televisivo italiano. Dagli anni novanta lavora alla Rai come inviato e autore di programmi di informazione e dal marzo 2017 conduce il programma televisivo Report, trasmesso su Rai 3. Ranucci ne ha parlato di recente in una bella intervista sul Corriere della sera a firma della collega Giovanna Cavalli. Galeotto, probabilmente, fu il doppio incarico da tecnico della Roma, squadra del cuore di Ranucci, con seconda avventura successiva proprio alla Zemanlandia biancazzurra targata 2011-12.

Così Ranucci al Corriere:

Ha mai chiesto un autografo?
«A Zeman, il mio mito».

Già, è tifoso romanista.
«Anche se disamorato del calcio, dopo le mie stesse inchieste. Francesco Totti mi ha regalato una maglia col numero 10 e il mio nome. Quando faccio il 10 di share la ripubblico sui social».


 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mito Zeman, anche Sigfrido Ranucci è suo fan: “Solo a lui ho chiesto l'autografo”

IlPescara è in caricamento