Calcio

Zauri abbandona il Pescara: il mister rassegna le dimissioni

In una nota il tecnico esprime tutto il suo malumore: "L'amarezza nel rinunciare al mio ruolo non è negoziabile rispetto alla difesa di certi valori, in primis il rispetto della maglia biancazzurra"

Luciano Zauri non è più l'allenatore del Pescara. Il mister ha ufficializzato le sue dimissioni maturate al termine della sconfitta interna con la Salernitana. Nel lungo faccia a faccia con il presidente Sebastiani deve essere successo qualcosa di irrimediabile per spingerlo ad abbandonare la panchina. In una nota, diffusa anche dalla società, c'è una frase piuttosto sibillina che offre lo spunto per diverse interpretazioni, una delle quali potrebbe essere la difficoltà nel farsi accettare da una parte del gruppo che non avrebbe mai condiviso serenamente le scelte del tecnico.

PESCARA SALERNITANA 1-2

Queste le parole di commiato di Luciano  Zauri:

"L’amarezza nel rinunciare al mio ruolo di allenatore non è negoziabile rispetto alla difesa di valori che ritengo fondamentali uno dei quali è il rispetto della maglia #BiancAzzurra. Ringrazio la società per l’opportunità che mi ha concesso e tutti coloro che hanno lavorato con me in questi anni, atleti e membri dello staff, perché tutti mi hanno lasciato delle cose importanti"

Per il successore, prende corpo l'ipotesi di un ritorno di fiamma, con Pillon che risulta essere al momento il più accreditato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zauri abbandona il Pescara: il mister rassegna le dimissioni
IlPescara è in caricamento