Pescara calcio

Verona-Pescara: cominicia l'era Zeman, arriva Brosco

Sarà il Marco Antonio Bentegodi di Verona il teatro della prima in campionato di Zeman. I biancazzurri non potevano trovare un esordio più emozionante. La sfida infatti evoca ricordi legati ai Play Off di Prima Divisione

Sarà il Marco Antonio Bentegodi di Verona il teatro della prima in campionato di Zeman. I biancazzurri non potevano trovare un esordio più emozionante: la sfida con il Verona ha infiammato l'ultima cavalcata del Delfino dalla Prima Divisione alla Serie B. Nei pensieri dei tifosi biancazzurri riecheggia ancora la finale d'andata dei play off disputata due anni fa. I biancazzurri, allora allenati da Di Francesco, giocarono una partita sontuosa raccogliendo un 2 a 2 che spianò la strada verso la promozione in B. La sfida di domani sera, in programma alle ore 19, sarà però un’altra storia, tutta da vivere e raccontare.

PESCARA - Il tecnico boemo Zdenek Zeman dovrà fare a meno di Gessa a centrocampo. Per la sua sostituzione sono in ballottaggio il nuovo arrivato Moussa Kone e il talento nostrano Marco Verratti. Il trio a metà campo sarà dunque composto da Cascione e Kone (o Verratti) mezzale con Togni vertice basso. In difesa, a protezione di Pinsoglio, agiranno Zanon e Petterini esterni, con Capuano e Romagnoli centrali. In avanti sono sicuri di scendere in campo dal primo minuto il bomber tascabile Insigne e Sansovini.

L'altro posto nel tridente sarà occupato da uno tra Maniero, Immobile, Giacomelli e Soddimo. Se a spuntarla sarà uno tra Immobile o Maniero, allora, Sansovini agirà da attaccante esterno a destra. Agirà da centravanti nel caso, molto probabile, Zeman decida di affidarsi al tridente piccolo con uno tra Giacomelli (favorito) e Soddimo. Sul fronte mercato, intanto, il ds Delli Carri ha praticamente chiuso l'affare Riccardo Brosco.

Il giovane difensore della Triestina, cresciuto nel settore giovanile della Roma e voluto fortemente da mister Zeman, sarà ufficializzato nei prossimi giorni. Situazione di stallo per il mercato in uscita. Diversi giocatori sono ancora sul groppone e rischiano di rimanere a libro paga seppur fuori lista.

PROBABILE FORMAZIONE PESCARA (4-3-3):Pinsoglio; Zanon, Romagnoli, Capuano, Petterini; Kone (Verratti), Togni, Cascione; Giacomelli (Immobile), Sansovini, Insigne.
 
VERONA - In casa Verona Mandorlini deve fare i conti con le squalifiche di Gomez e Abbate. In avanti, in attesa di arrivare a Bjelanovic, conferme per la coppia Berrettoni-Ferrari. Lo zoccolo duro gialloblù sarà composto da Ceccarelli e Maietta in difesa e da Russo ed Esposito in mediana. Sulla destra a centrocampo sarà schierato il talento di D'Alessandro, prodotto cresciuto nelle giovanili Roma. In difesa potrebbe fare il suo esordio in B il giovane Natalino, arrivato in estate dall’Inter.

PROBABILE FORMAZIONE HELLAS VERONA (4-4-2): Rafael, Natalino (Cangi), Ceccarelli, Maietta, Pugliese; D'Alessandro, Russo, Esposito, Hallfredsson; Berrettoni, Ferrari.
 
I PRECEDENTI Verona e Pescara si sono affrontate tra serie A e B in 35 occasioni. Il Verona ospita il Pescara per la 18.a volta nella storia. Il bilancio in terra veneta è favorevole ai gialloblù con 13 affermazioni e 4 pareggi.

IL FISCHIETTO  A dirigere la gara tra Hellas e Pescara sarà Riccardo Tozzi di Ostia Lido, coadiuvato dagli assistenti Cucchiarini e Costanzo e dal IV uomo Daniele Bindoni di Venezia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona-Pescara: cominicia l'era Zeman, arriva Brosco

IlPescara è in caricamento