Martedì, 18 Maggio 2021
Pescara calcio

Udinese-Pescara 3-1 | Niente da fare per il Delfino, steso dai friulani con due rigori

La squadra di Oddo ha giocato bene e ha venduto cara la pelle nell'anticipo domenicale del campionato, ma ancora una volta non è riuscita a concretizzare quanto di buono aveva fatto vedere. Per i biancazzurri va in goal Aquilani

Nella vigilia di questa partita, sia il presidente Sebastiani che l'allenatore Oddo erano stati molto chiari: alla Dacia Arena, contro la blasonata Udinese, bisognava fare risultato. E se il numero 1 biancazzurro si era mostrato più prudente limitandosi a dire che era "fondamentale non perdere", il giovane tecnico si era spinto oltre affermando addirittura che l'obiettivo era "la vittoria".

Purtroppo non è andata così, e in terra friulana il Pescara è stato costretto a piegarsi 3-1 di fronte agli uomini di Delneri, complici due rigori contro. La squadra abruzzese ha giocato bene e ha venduto cara la pelle nell'anticipo domenicale del campionato, ma ancora una volta non è riuscita a concretizzare quanto di buono aveva fatto vedere.

Sorride Gigi Delneri, al suo esordio sulla panchina bianconera tra le mura amiche dopo il battesimo di fuoco contro la Juventus; un po' meno Massimo Oddo, che al di là dei complimenti di sorta continua la caccia ai tre punti dopo tanti pareggi e qualche sconfitta.

IL MATCH - Pronti via, al 2' c'è subito un'occasionissima per il Pescara: cross teso di Memushaj ma Benali arriva in ritardo a portiere battuto. All'8' Campagnaro atterra Zapata in area e viene ammonito: l'arbitro Rocchi assegna un calcio di rigore. Dal dischetto va Thereau e segna: Udinese 1 - Pescara 0.

Gli ospiti cercano subito di reagire: al 25' Caprari centra la traversa con una girata al volo su cross di Zampano; due minuti più tardi ci prova Cristante con una gran botta da fuori area che sorvola l'incrocio. Il Delfino, nonostante le buone intenzioni, non riesce a trovare il pareggio. Al 43' Zapata mette i brividi alla difesa biancazzurra mandando di poco fuori. Si conclude, così, il primo tempo.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa c'è, al 54', il tentativo di Caprari dalla lunga distanza che non inquadra lo specchio della porta e, al 56', un cross insidioso di De Paul che viene però neutralizzato da Bizzarri in uscita. Al 71' arriva il secondo goal dell'Udinese: Thereau sigla la sua personale doppietta dopo che Bizzarri era riuscito a ribattere una bordata di Badu.

Passano 240 secondi, e il Pescara accorcia le distanze: Aquilani, ottimamente imbeccato da Crescenzi, spara con precisione sotto l'incrocio alla sinistra di Karnezis. E' 2-1.

A questo punto i ragazzi di Oddo cominciano a credere nella rimonta e ce la mettono tutta, ma in pieno recupero un'ingenuità di Crescenzi su Zapata (che viene steso in area) decreta un nuovo penalty in favore dell'Udinese, che chiude così definitivamente la gara sul 3-1. Il Pescara rimedia un'altra sconfitta e sarà chiamato a risollevarsi già mercoledì sera all'Adriatico contro l'Atalanta, in occasione del turno infrasettimanale.

UDINESE (4-3-3): Karnezis; Widmer, Danilo, Felipe, Samir (dal 77' Heurtaux); Fofana, Kums, Jankto (dal 63' Hallfredsson); De Paul (dal 56' Badu), Zapata, Thereau. All. Delneri

PESCARA (4-3-1-2): Bizzarri; Zampano, Fornasier, Campagnaro, Biraghi; Cristante (dal 72' Mitrita), Memushaj (dal 63' Pepe), Brugman, Cristante; Aquilani, Benali (dal 72' Crescenzi); Caprari. All. Oddo

RETI: Thereau 9' (rig.) e 71', Aquilani 75', Zapata 93'

Udinese-Pescara 3:1, tabellino cronaca 23 ottobre 2016
Ammoniti: Campagnaro, Thereau, Karnezis

Arbitro: Rocchi

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Udinese-Pescara 3-1 | Niente da fare per il Delfino, steso dai friulani con due rigori

IlPescara è in caricamento