rotate-mobile
Calcio

Identificato il tifoso del Pescara che lanciò fumogeno nel match con la Recanatese

Polizia Scientifica di Pescara al lavoro per identificare gli spettatori che si sono resi responsabili dell’accensione e del lancio di fumogeni anche in occasione della gara contro il Rimini

Attraverso il nuovo sistema di videosorveglianza dello Stadio Adriatico Giovanni Cornacchia, presentato il mese scorso, la Polizia Scientifica di Pescara ha identificato lo spettatore che si è reso responsabile del lancio di un fumogeno all’interno dell’impianto sportivo durante lo svolgimento della gara di campionato Pescara – Recanatese del 29 ottobre 2023.

Lo ha reso noto il club biancazzurro in una nota ufficiale. "Poiché il comportamento dello spettatore, oltre che deplorevole ed ingiustificato, viola il regolamento d’uso dell’impianto sportivo, la Delfino Pescara 1936 Spa – nelle more degli ulteriori provvedimenti che saranno assunti dall’Autorità Giudiziaria – ha deliberato di adottare nei suoi confronti il provvedimento di cui all’art. 1 del “Sistema di Gradimento” approvato e pubblicato sul sito della società il 21 settembre 2018", si legge.

Già dalla gara “Pescara – Cesena” è quindi inibito allo spettatore l’acquisto dei biglietti per le prossime gare casalinghe del corrente campionato di Serie C 2023/24. La Società biancazzurra comunica inoltreche sono in corso indagini da parte della Polizia Scientifica locale per identificare gli spettatori che si sono resi responsabili dell’accensione e del lancio di fumogeni in occasione della gara di campionato Pescara – Rimini del 13 novembre 2023. "All’esito delle attività di indagine, saranno ugualmente assunti analoghi provvedimenti", fa sapere ancora la Delfino Pescara 1936.

Il sodalizio presieduto da Daniele Sebastiani nello stesso comunicato ribadisce "la propria condanna verso qualunque comportamento violento ed invita tutti i propri sostenitori ad essere parte attiva per contribuire a realizzare – all’interno dell’impianto sportivo – un ambiente sì caloroso e gioioso, ma anche accogliente, sicuro e adatto ad ogni tipo di spettatore, ivi incluse le famiglie con bambini". In occasione della prossima gara di campionato contro l'Olbia, la Curva Nord sarà chiusa causa squalifica per i fatti di Lucca. 

IMMAGINE DI REPERTORIO

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Identificato il tifoso del Pescara che lanciò fumogeno nel match con la Recanatese

IlPescara è in caricamento