Martedì, 19 Ottobre 2021
Calcio

Muntari parla dopo la squalifica: "Ero stato trattato come un criminale"

Il centrocampista del Pescara dopo la revoca della squalifica per una giornata: "Non c'è posto per il razzismo nel calcio o nella società". E il Presidente dell'Aic, Damiano Tommasi, commenta: "Siamo soddisfatti per il giocatore"

Damiano Tommasi, presidente dell'Associazione italiana calciatori, esprime "grande soddisfazione" per la giornata di squalifica tolta al centrocampista ghanese del Pescara Sulley Muntari, espulso a Cagliari dopo essere stato oggetto di espressioni razziste e aver chiesto all'arbitro la sospensione del match.

"Siamo particolarmente felici - ha dichiarato all'ANSA Tommasi - perché il ricorso l'abbiamo fatto noi assieme al giocatore, dopo che lui stesso ci ha detto di voler ricorrere contro la squalifica. Ci siamo attivati e siamo riusciti a far pronunciare la Corte prima che si giocasse la partita contro il Crotone. Importante è essere riusciti a far passare il messaggio che la sanzione era eccessiva rispetto al comportamento tenuto da Muntari, che in buona fede voleva solo far terminare gli insulti che aveva sentito".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muntari parla dopo la squalifica: "Ero stato trattato come un criminale"

IlPescara è in caricamento