rotate-mobile
Calcio

Spezia-Pescara, le interviste ai protagonisti: "Serie A? È presto per parlarne"

A fine gara, voce ai protagonisti di questa nuova grande impresa. Negli spogliatoi del "Picco" c'è molta compostezza e l'euforia non traspare, nonostante tutto. Parlano Marras, Brugman e Pillon

Spezia-Pescara 1-3. A fine gara, voce ai protagonisti di questa nuova grande impresa. Negli spogliatoi del "Picco" c'è molta compostezza e l'euforia non traspare, nonostante tutto.

MARRAS: "Sulla seconda rete, è stata una bella azione partita da Campagnaro. Io ho trovato spazio e mi sono infilato. Poi, bravo Gaetano (Monachello ndr) a indovinare la traiettoria giusta. Anche nell'altro gol è stato prontissimo a ricevere il mio invito. Andiamo avanti per la nostra strada, proponendo il nostro gioco. Primo posto meritato e, se vogliamo dirla tutta, ci mancano i due punti persi a Padova. Peccato per la mia ammonizione, perché il giallo si poteva evitare".

BRUGMAN: "Siamo imbattuti e questo la dice tutta sul nostro valore. Il gruppo è coeso e rappresenta la vera forza del Pescara. Abbiamo gestito bene il risultato, amministrando la partita nel modo giusto. Adesso pensiamo alla prossima. Un passo alla volta, restando equilibrati".

PILLON: "Stiamo facendo molto bene. I giocatori partecipano con molta attenzione e questo è il frutto di un lavoro di squadra iniziato il 9 luglio. Se continuiamo a ragionare così possiamo toglierci altre soddisfazioni, ma non è il momento di sognare e fare proclami. È ancora troppo presto per fare certi discorsi. Durante la stagione avrò bisogno di tutti gli effettivi e ci sarà spazio per altri giocatori ancora poco utilizzati".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spezia-Pescara, le interviste ai protagonisti: "Serie A? È presto per parlarne"

IlPescara è in caricamento