Sabato, 13 Luglio 2024
Calcio

Spezia-Pescara 2-2 | Delfino sprecone, doppia rimonta ligure

A La Spezia c'erano tutti i presupposti per vincere. E invece oggi il Pescara si è rivelato sprecone, gettando la vittoria alle ortiche e facendosi rimontare due volte

A La Spezia c'erano tutti i presupposti per vincere: una squadra arrembante, in palla e, per buona parte della gara, anche in superiorità numerica. E invece oggi il Pescara si è rivelato sprecone, gettando la vittoria alle ortiche e facendosi rimontare per ben due volte dagli uomini di Bjelica. Un vero peccato.

IL MATCH – Dopo la grande prestazione contro l'Entella, il 'sindaco' Sansovini sperava di ripetersi al cospetto di un'altra sua ex squadra, ma stavolta il colpo di teatro non gli è riuscito. Tuttavia ci pensa Melchiorri, al 32' del primo tempo, a scaldare i cuori dei tifosi biancazzurri: l'attaccante, ben imbeccato da Brugman, confeziona un destro che, a difesa totalmente aperta, batte l'incolpevole Chichizola. In pieno recupero, al 46', Brezovec su punizione riequilibra però la situazione con un gran tiro sotto l’incrocio dai 30 metri.

DELFINO IN SUPERIORITA' NUMERICA, MA NON BASTA – Al 3′ della ripresa Giannetti viene espulso per doppia ammonizione, lasciando i suoi compagni in dieci. Il Delfino, a conti fatti, non si rivelerà in grado di sfruttare questo vantaggio. Se infatti è vero che all'11' Brugman (cui Melchiorri ricambia il favore del primo goal servendogli un ottimo pallone) sigla il 2-1 per gli abruzzesi, è imperdonabile l'incapacità della squadra di chiudere definitivamente la partita: al 16' Pucino incoccia prendendo in pieno il palo, mentre al 24′ Melchiorri si divora una rete praticamente a porta vuota, colpendo troppo debolmente.

E così, al 35', i liguri ci castigano: il neo entrato Stevanovic riceve un traversone prolungato da Nenè e segna il 2-2 finale. L'appuntamento con i tre punti è (ancora) rinviato a giovedì sera, in occasione dell'anticipo di Pasqua contro il Brescia tra le mura amiche.

SPEZIA (4-2-3-1): Chichizola; Milos, Valentini, Datkovic, Luna (22′ st Nenè); Brezovec, Juande; Situm (27′ st Stevanovic), De Las Cuevas (31′ st Kvric), Catellani; Giannetti. A disposizione: Nocchi, Madonna, Gagliardini, Piccolo, Cisotti, De Col. All.: Bjelica.

PESCARA (4-4-2): Fiorillo; Pucino, Salomon, Fornasier, Rossi A. (36′ st Pasquato), Zampano, Brugman, Zuparic, Politano (27′ st Pettinari); Melchiorri, Sansovini (21′ st Pettinari). A disposizione: Aresti, Abacasis, Torreira, Paolucci, Selasi, Caprari. All.: Baroni.

Arbitro: Renzo Candussio

Assistenti: Stefano Del Giovane e Ciro Carbone

Reti: 32′ pt Melchiorri, 46′ pt Brezovec, 11′ st Brugman, 35′ st Stevanovic

Ammoniti: Salamon, Brugman, Giannetti, Catellani, Juande, Gessa

Espulso: al 3′ st Giannetti per doppia ammonizione

Recupero: 1 minuto nel primo tempo, 4 minuti nella ripresa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spezia-Pescara 2-2 | Delfino sprecone, doppia rimonta ligure
IlPescara è in caricamento