rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Calcio

La Cantera Adriatica cerca i primi punti in serie C contro il Crotone

Lunedì alle 14.30 all'antistadio la terza giornata di campionato per le grigioazzurre. Il presidente Giannetti: "Partenza difficile, ma ce lo aspettavamo. Dal prossimo turno deve iniziare il nostro campionato"

Metabolizzare il salto di categoria, prendere consapevolezza dei propri mezzi, valorizzare le giovani portate alla ribalta nazionale e, si spera, iniziare a macinare punti per conquistare la salvezza. Le idee della Cantera Adriatica Pescara sono molto chiare: il campionato delle grigioazzurre del presidente Giannetti inizierà lunedì prossimo, alle 14.30, all’antistadio Flacco contro il Crotone. Come le pescaresi, le rossoblu calabresi sono ferme a zero punti dopo le prime due giornate. Un avvio difficile nonostante siano già una realtà della serie C, mentre le calciatrici della Gabrielli sono alla prima esperienza della loro storia nel calcio femminile nazionale.

“E’ stato un impatto difficile, ma è quello che ci aspettavamo, avendo debuttato contro squadre che sono in questa categoria da dieci anni – le parole del presidente Massimo Giannetti – . Il Lecce, poi, è appoggiato dal club professionistico di serie A e lavora nelle sue strutture. Al confronto, noi siamo davvero una cenerentola. Ma l’obiettivo per noi è la salvezza. Il nostro campionato dovrebbe iniziare lunedì prossimo, contro il Crotone, e poi proseguire con la trasferta di Matera. Ci mancano delle ragazze, finora sono stati fuori quattro undicesimi della formazione tipo. Nelle nostre condizioni attuali, non le possiamo concedere. Io però sono molto tranquillo: siamo solo alla seconda partita, il campionato è ancora lungo. Non credo che avremo problemi, l’obiettivo è quello di salvarci. Certo è che dalla nostra parte non abbiamo nessuno, tutto quello che otterremo sarà farina del nostro sacco…”.

Il prossimo turno si gioca di mercoledì, ma Cantera e Crotone giocheranno d’anticipo, lunedì pomeriggio: “Il Crotone? Una società che milita in C da cinque anni. Noi siamo gli ultimi arrivati e tutto quello che arriverà sarà frutto del nostro lavoro, nel bene e nel male. Domenica scorsa, contro la Res Roma, per quasi mezzora abbiamo giocato alla pari, sprecando due palle gol clamorose. Se le metti dentro, magari cambia tutto. Ma in questo momento, tra le assenze, la non abitudine a perdere dopo una stagione in cui non abbiamo avuto rivali e il salto di categoria, stiamo vivendo un momento difficile. Ma è normale: per una neopromossa partire con un calendario complicato fa parte del gioco. Andando avanti, recuperando qualche ragazza e facendo maturare alcune giovanissime che stiamo mandando in campo – e che gli addetti ai lavori già hanno iniziato a seguire – e assestandoci, speriamo di cominciare a fare il nostro percorso. Non avere ancora un campo per allenarci, andare in giro con i palloni in macchina giorno dopo giorno aspettando di sapere quando e dove ci alleneremo, non ci sta aiutando a competere contro avversarie che invece possono contare sul sostegno e le strutture di club professionistici...”.

Alessandra Gabrielli intanto prosegue il lavoro per arrivare con la squadra tirata a lucido per lunedì prossimo: out Masciulli (rientro previsto nel 2023), da valutare Cicala e Tontodonati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Cantera Adriatica cerca i primi punti in serie C contro il Crotone

IlPescara è in caricamento