rotate-mobile
Calcio

Salernitana Pescara 2-2: il Delfino butta via tre punti contro i granata

Copione simile al match contro il Frosinone, con i biancazzurri che partono bene e conquistano il doppio vantaggio. Ma nel finale la Salernitana si sveglia ed ottiene la rimonta con due gol nel giro di pochi minuti

Doppio o triplo vantaggio, la risultante è sempre la stessa. Come con il Frosinone, così a Salerno. La colpa è solo dei biancazzurri, incapaci anche stavolta di gestire il risultato pieno o di imprimere il colpo del definitivo ko. Limiti strutturali e di mentalità che vanno attribuiti anche al guru Zeman, troppo schematico e assertore convinto delle proprie idee senza tener conto degli avversari, abili a cambiare marcia e ritmo nel momento topico della partita.

Complici anche i cambi decisivi effettuati da Bollini che salva la sua panchina e ridimensiona un Pescara che sembra proprio non avere il piglio della grande squadra. Sia chiaro, non ci si può aspettare che ragazzini alle prime armi e con poca esperienza possano essere dei mestieranti astuti, ma peccare di ingenuità e di lucidità portano poi a stazionare nel limbo dell'anonimato in classifica, ridimensionando le ambizioni e la forza di questo collettivo. La partita, quella vera, combattuta e spettacolare, vive solo un tempo. Primo lampo dei padroni di casa dopo appena 47 secondi.

LE PAGELLE

Da un errore in fase di impostazione di Brugman parte un azione di rimessa con conclusione di Sprocati che trova sulla sua strada un Pigliacelli attento e reattivo. Il Pescara di stampo zemaniano lo si vede subito all'11° con un preciso schema su punizione e prodezza balistica di Perrotta che con un colpo di tacco cambia decisamente la traiettoria del pallone cercando di ingannare il portiere avversario. Altro numero di alta scuola lo offre Vitale sul fronte opposto quando si libera di Zampano e lascia partire un siluro che non centra il bersaglio.

Salernitana Pescara: vantaggio con Capone

Risposta del Pescara con un'azione corale. Taglio di Proietti per Mazzotta e cross al centro per l'accorrente Pettinari con una rotazione in tuffo di testa che avrebbe meritato maggior fortuna. Giusto il tempo di prendere le misure e aggiustare la mira. Fa tutto Zampano, sganciatosi sulla fascia in proiezione offensiva. Palla dentro al solitario Capone che di piatto realizza praticamente ad occhi chiusi. Gara in discesa e il Delfino che si esalta ogni qual volta trova dei corridoi invitanti. E' il 35°: verticalizzazione di Coulibaly per Del Sole che ha tutto il tempo di calibrare il rasoterra, ma l'estremo granata si distende come un elastico smanacciando la sfera che sfiora il palo. Si va al riposo e nell'intervallo diversi rincalzi iniziano la fase di riscaldamento ma le mosse di Zeman, sbagliate sin dall'inizio a detta di molti, sono deleterie e scoordinano tutto il meccanismo nella zona nevralgica del campo.

Salernitana Pescara: raddoppio di Pettinari

Proietti non ce la fa ed entra Carraro e poco dopo si passa al 4-3-3 classico con Benali che prende il posto di Capone. Mancando il filtro a centrocampo i biancazzurri vanno in bambola. La Salernitana si fa più aggressiva grazie anche al subentrato Zito e già al 65° un miracoloso intervento alla disperata di Perrotta sulla linea di porta consolida il vantaggio di misura. Proprio in questa fase della partita arriva la stoccata che però alla fine dei giochi non si rivelerà determinante. La rete di Pettinari a venti minuti dalla fine rilassa e distrae e perdendo forza atletica e concentrazione anche Benali rimedia figuracce quando da solo sottoporta tentenna e non conclude.

La beffa per il Delfino

A tenere in vita la squadra di casa ci pensa Sprocati con una marcatura da cineteca che ricorda le parabole alla Del Piero. Il match improvvisamente si riaccende. Brugman ci prova dalla distanza con Radunovic leggermente impacciato e quando tutto sembrava finire per il verso giusto arriva il punto del 2-2 con la difesa ferma sul calcio di punizione di Vitale da destra. Minala svetta e gonfia la rete in pieno recupero. Tre minuti dopo arriva il fischio finale. Meno male.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salernitana Pescara 2-2: il Delfino butta via tre punti contro i granata

IlPescara è in caricamento