rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Calcio

Rimpatriata degli ultras per festeggiare i 30 anni del gruppo Cherokee

Fondatori, capi storici e seguaci del club hanno celebrato la speciale ricorrenza con una cena sociale ed un torneo di calcio sulla sabbia. Lo storico striscione, che in curva Nord tutti chiamano "bambinello", rappresenta una frangia piuttosto turbolenta della tifoseria

Festa grande l'altra sera sul lungomare di Montesilvano alla quale hanno partecipato i componenti del nucleo storico degli Cherokee, gruppo ultras sorto nel 1987 e che dal 1999 è convogliato nei Rangers. In occasione del trentennale si è svolta una cena sociale presso il ristorante "Il Veliero", caratterizzata da cori da stadio e accensione di fumogeni.

Nel pomeriggio i componenti ultras di questo club, definito facinoroso per via di diversi episodi non proprio edificanti, hanno voluto rendere omaggio ad alcuni personaggi carismatici del direttivo scomparsi prematuramente (Casimiri, Iaciancio, Pietranico, Notarfranco, D'Eramo e De Luca) con un torneo di calcetto sulla sabbia vinto dai ragazzi dell'Orgia Totale di Ortona.

Prima del conviviale, gli Cherokee hanno fatto tappa davanti al bar Olimpia, luogo di ritrovo della prima trasferta organizzata a Torino il 27 settembre del 1987 dove venne esposto il caratteristico striscione denominato "bambinello" in occasione di Juventus-Pescara.

Gruppo Cherokee

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimpatriata degli ultras per festeggiare i 30 anni del gruppo Cherokee

IlPescara è in caricamento