rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Calcio

Promozione: "questione Teramo", comunicato congiunto delle società pescaresi

Le formazioni del girone B, comprese alcune teramane, firmano una nota indirizzata al Presidente del Comitato regionale Memmo con una serie di proposte per l'inserimento in uno dei tre gironi della neonata SSD Città di Teramo

In relazione all'ammissione al Campionato Regionale di Promozione della neoaffiliata SSD Città di Teramo, le società pescaresi (e alcune teramane) inserite nel girone B, hanno diramato nelle ultime ore un comunicato congiunto per avanzare delle proposte al Comitato regionale della LND e per far sentire la loro voce a poche ore dal Direttivo decisivo che deciderà in quale girone inserire la nuova società teramana, destinata - per blasone, risorse e ambizioni - a costruire una rosa in grado di vincere il campionato.
"Preso atto della decisione del Presidente Federale di ammettere al ridetto campionato la neonata SSD Città di Teramo e della conseguente certa ratifica, da parte del C.R.A., della ridetta ammissione, intendono, con spirito costruttivo e di collaborazione, proporre all'Ill.mo Signor Presidente del CRA ed agli Ill.mi Signori componenti del Consiglio Direttivo Regionale, alcune proposte. Se, infatti, da una parte si ritiene giusto e razionale riconoscere la possibilità alla Città di Teramo e soprattutto ai tifosi biancorossi, incolpevoli ed uniche vittime di quanto accaduto, la possibilità di dare corso alla ultracentenaria storia del calcio teramano, altrettanto giusto appare tutelare le esigenze delle società già affiliate a partecipanti al campionato che, con l'avvento della SSD Città di Teramo, si trovano ad affrontare, a pochi giorni dall'inizio della stagione sportiva, disagi e difficoltà, di ordine agonistico ed organizzativo.
Ritengono pertanto, le società firmatarie, di suggerire alcuni punti, confidando che il CRA, organo elettivo e rappresentativo delle società, vorrà accogliere.
1) Conferma delle date già individuate e comunicate per la Coppa Italia di categoria (04.09.2022 e 11.09.2022) e dell'inizio del campionato (18.09.2022);
2) Sorteggio integrale pubblico per stabilire il girone (A, B, C) nel quale collocare la neonata società;
3) Per il girone in sovrannumero, compilazione del calendario libero, senza possibilità di inizi postdatati oltre la prima per la Società in sovrannumero, con conseguente esclusione di disputa di gare di recupero in turni infrasettimanali;
4) Rimborso, da parte del CRA, delle spese sostenute dalla società per il reperimento e l'utilizzo di strutture diverse da quelle ufficiali, in occasione delle gare interne con la neonata società teramana;
5) Impegno del CRA, su espressa richiesta delle rispettive società, per reperire un impianto idoeneo in occasione di gare interne con la neonata società teramana, attesa la materiale e comprovata difficoltà nel reperire i ridetti impianti.
Le società firmatarie si augurano ed auspicano che il CRA voglia favorevolmente accogliere le richieste sovraesposte, al fine di tutelare e garantire il diritto, maturato sul campo, delle Società partecipanti, le quali dovranno materialmente sopportare i disagi e le problematiche relativi alla composizione di un girone in sovrannumero, con una realtà calcistica che, per storia e tradizione, non appartiene alla pur grande realtà dilettantistica abruzzese".

Le società 

PENNE 1920 SRL
FAVALE 1980
FONTANELLE
LAURETUM
NEW CLUB VILLA MATTONI
MUTIGNANO
PIANELLA
ROSETANA CALCIO
TURRIS CALCIO VAL PESCARA
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Promozione: "questione Teramo", comunicato congiunto delle società pescaresi

IlPescara è in caricamento