rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Calcio

Potenza - Pescara 1-3: partita, tabellino e voti

Al Viviani segnano i due ex di turno nel primo tempo, poi perfetta gestione del match e il tris di Crecco: prima vittoria al Viviani

Il Pescara espugna per la prima volta nella sua storia il campo di Potenza: 1-3. Decidono i due ex della sfida, Lescano e Cuppone, prima della favola Crecco (autore del tris) ma è una vittoria di collettivo, di carattere e determinazione. La quarta esterna della stagione, un record che va appuntato sulla giacca di mister Colombo.

Potenza è storicamente un campo tabu per il Delfino. Colombo vuole sfatare il tabu e punta sulla continuità, cambiando solo una pedina, scelta obbligata, vista la squalifica di Gyabuaa: dentro Palmiero. Con l’ex napoletano a fare il play, tocca a Kraja giocare la sua prima da mezzala con la maglia biancazzurra. In attacco la scena è ancora tutta del ventenne sardo Desogus, assieme ai due ex della sfida Cuppone e Lescano. E’ proprio l’italoargentino a lasciare immediatamente il segno sul match. Alla prima palla nell’area dei lucani, il bomber del Pescara trasforma una carambola nella palla del vantaggio, dopo soli 7’, trovando l’angolino basso imparabile per Gasparini. Esplode il settore ospiti del Viviani, coloratissimo di vessilli biancazzurri.

Il Pescara prende possesso del match e potrebbe dare subito il colpo di grazia ai padroni di casa. Cuppone due volte s’invola verso la porta lucana, nella prima – da posizione defilata sulla destra – spara altissimo, e nella seconda va giù al limite, ma non c’è fallo secondo l’arbitro. Clamorosa la palla gol costruita e sprecata da Desogus. L’ex Cagliari controlla un pallone al limite con un gesto tecnico notevole, sterza e lascia sul posto il suo marcatore. Al momento di calciare in porta, è frettoloso e non trova lo specchio davanti al portiere. Qualche attimo dopo Milani va sul fondo e pesca Lescano nell’area piccola: l’attaccante segna, ma il pallone era uscito sul fondo al momento del cross.

La partita sembra in pugno, ma il Potenza di Siviglia ha i suoi colpi e lo dimostra alla mezzora. Da un angolo, l’ex Di Grazia sul primo palo fa sponda per Caturano, che di testa angola il pallone trasformandolo in assist per Matino, appostato sul palo opposto. E’ il pari dei lucani, secondo centro stagionale del difensore-goleador di mister Siviglia. Il pari galvanizza i padroni di casa, che alzano il livello dell’agonismo e limitano le fonti del gioco pescarese. Soprattutto Laaribi, che s’incolla su Palmiero e offusca le geometrie del play di Colombo. Dopo un ritorno di fiamma lucano, senza alcuna parata significativa di Plizzari, il Pescara torna a colpire. Lo fa proprio un attimo prima dell’intervallo, nel recupero. Palla recuperata altissima, Lescano disegna un corridoio in area per Cuppone, che va a memoria sul passaggio del compagno di reparto e tocca il pallone per farlo scivolare dolcemente alle spalle di Gasparini per l’1-2 che gela il Viviani. Il bomber del Delfino non esulta per rispetto dei suoi vecchi tifosi (l’anno scorso fu decisivo per la salvezza rossoblu con 8 gol).

Nella ripresa, la squadra di Colombo si cala nel clima spigoloso del campo lucano, con i padroni di casa che giocano con quattro attaccanti e lottano su ogni pallone. Il Delfino colleziona cartellini, ma tiene botta e difende il vantaggio. A 9' dalla fine, Cuppone potrebbe concedere il bis, ma il suo gran tiro finisce sulla traversa. Brivido finale con la gran parata di Plizzari su Emmausso, prima della ripartenza da manuale di Crecco per il terzo gol che chiude i giochi. Il Viviani è espugnato. 

Potenza - Pescara: il tabellino

POTENZA: Gasparini 6, Rillo 5,5, Matino 6,5, Del Pinto 6,5 (dal 1’ s.t. Steffe ), Sandri 6, Caturano 6,5 (dal 26' s.t. Belloni s.v.), Di Grazia 6,5 (dal 35' s.t. Logoluso s.v.), Polito 6 (dal 1’ s.t. Armini ), Laaribi 5,5, Girasole 5,5, Volpe 5 (dal 15' s.t. Del Sole ). A disp. Uva, Celesia, Emmausso, Riccardi, Legittimo, Verrengia, Masella, Talia, Schimmenti. All. Siviglia 6.

PESCARA: Plizzari 6; Cancellotti 6, Brosco 6, Boben 6, Milani 6,5; Palmiero 6,5 (dal 18' s.t. Aloi ), Kraja 6, Mora 6 (dal 35' s.t. Crecco s.v.); Cuppone 7,5 (dal 48' s.t. Ingrosso s.v.), Desogus 6,5 (dal 18' s.t. Kolaj ); Lescano 7. A disp. Sommariva, D’Aniello, Vergani, Delle Monache, De Marino, Ingrosso, Tupta Saccani, Germinario. All. Colombo.

ARBITRO: Arena di Torre del Greco 5,5.

RETI: 7’p.t. Lescano (Pe), 29’ p.t. Matino (Po), 46' s.t. Cuppone (Pe); 49' s.t. Crecco (Pe).

NOTE: ammoniti Lescano (Pe), Caturano (Po), Armini (Po), Mora (Pe), Brosco (Pe), Emmausso (Po).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Potenza - Pescara 1-3: partita, tabellino e voti

IlPescara è in caricamento