menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Potenza - Pescara 0-0: biancazzurri di nuovo al terzo posto

Ancora un pari per il Pescara Calcio, che in compenso risale di una posizione la classifica tornando al terzo posto. Finisce 0-0 a Potenza. I biancazzurri disputano una buona prova soprattutto nel primo tempo, ma non riescono a concretizzare

Il Pescara incassa l’ennesimo pareggio consecutivo in casa di un Potenza diretto da un indiavolato Capuano. Cuccureddu predica calma e serenità in mezzo al campo ritenendo il pareggio un risultato utile che fa morale e smuove la classifica.

Il tecnico opta per un 4-3-3 con coppia centrale difensiva composta da Olivi e Mengoni. In avanti il mister sardo decide per Artistico e Sansovini. La regia di centrocampo è affidata a Dettori e Coletti, mentre sulle fasce ci sono Zappacosta e Carboni.

La gara stenta a decollare come ormai solito nelle prime frazioni di gara disputate dal Pescara. Dopo qualche minuto di studio, la formazione abruzzese sale in cattedra imponendo la propria supremazia.

Nei primi dieci minuti il Pescara ci prova prima con Sansovini poi con Artistico, ma Tesoniero è bravo nell’anticipare i terminali offensivi.

Al 12’ Potenza pericoloso per due volte di seguito: Mengoni prima e Pinna poi salvano il risultato. De Cesare è un’autentica spina nel fianco della difesa bianco-azzurra.

Al 25’ il Pescara protesta per un presunto tocco di mano in area da parte di un difensore lucano.
Al 32’ Tesoniero si supera negando la rete a Sansovini fino ad ora poco incisivo in fase offensiva. Artistico, particolarmente inspirato, trova con un cross eccellente il bomber romano, il quale dopo aver staccato di testa si vede chiudere la porta da una prodezza dell’estremo di casa.

Il primo tempo si conclude con il Pescara nettamente predominante rispetto alla formazione di casa, ma non particolarmente incisivo nelle azioni determinanti.

La seconda frazione di gara si apre sulla falsa riga della  prima: Pescara in avanti e Potenza abile nel chiudere tutti gli spazi.
Al 2’ De Simone su punizione dai 30 metri, calcia la palla alta di poco. Pinna sulla traiettoria.

Al 5’ putiferio in campo: il direttore di gara decide in  modo estremamente discutibile per espellere Cardinale e Sansovini. Il primo colpisce il secondo con una manata sul volto,l’arbitro decide per il giallo ad entrambi. A seguire gli stessi giocatori continuano in reciproche scorrettezze. Espulsione per  entrambi.

A tratti gli schemi delle due formazioni saltano, ma il Potenza è più abile nel riassettarsi in campo.
Il Pescara sembra non avere più l’incisività della prima frazione.

Al 18’ Pinna ci mette la pezza sul tiro di De Cesare da distanza ravvicinata. L’ottimo giocatore della formazione lucana mette in crisi in diverse situazioni la difesa bianco-azzurra.

Al 22’ Petterini dalla distanza ci prova, l’estremo di casa c’è. Angolo per la formazione di Cuccureddu. Sugli sviluppi  Artistico mette a lato di pochissimo.

Il Pescara si trasforma in un 3-4-2 con Ganci al posto di  Medda e Zappacosta sulla fascia destra. Anche Matarazzo nella mischia rilevando Carboni.

Al 31’ la sfera calciata da De Cesaris finisce di un niente fuori dalla porta difesa da Pinna. Brividi per gli oltre 200 sostenitori giunti da Pescara.
Al 37’ annullato un gol ad Artistico. Ottima acrobazia del giocatore bianco-azzurro: stop di petto e rovesciata con l’estremo avversario battuto. L’assistente del direttore di gara alza la bandierina per un sospetto fuorigioco dello stesso Artistico.

Pareggio che lascia l’amaro in bocca per quanto fatto vedere in campo dagli uomini di Cuccureddu che nel match hanno dimostrato almeno di esserci. Segnali di ripresa dai vari reparti con Artistico estremamente in partita. Pinna risulta per la terza gara di seguito migliore in campo.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento