menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescara-Verona 1-1: biancazzurri avanti con Sottil, gli scaligeri rispondono con Faraoni

Neanche stavolta sono riusciti a tornare alla vittoria, e così si sono dovuti accontentare dell'ennesimo pareggio, maturato contro i giocatori del "nostro" Fabio Grosso, reduci dalla sconfitta interna con il Benevento. Ricordato Domenico Rigante con uno striscione

Pescara-Verona: la cronaca del secondo tempo

Nella ripresa, al 55' è da menzionare Ciofani che non centra lo specchio della porta. Al 58' Abbattista assegna una punizione ai padroni di casa dopo aver ravvisato la simulazione di Di Gaudio.

Al 67' doppia sostituzione nel Verona: Pazzini e Faraoni rimpiazzano Danzi e Zaccagni. Pillon risponde al 71' buttando nella mischia Perrotta al posto di Mancuso, non senza critiche da parte del pubblico.

Un minuto più tardi, infatti, proprio il neo entrato Faraoni, ben servito da Di Gaudio, anticipa Del Grosso e sigla l'1-1. Goal più che prevedibile: non si può giocare tutto il secondo tempo in difesa, e purtroppo già da diversi minuti i biancazzurri si stavano chiudendo.

Da qui in poi non succede più nulla di rilevante: il Pescara continua a collezionare pareggi e guarda adesso alla trasferta di Venezia di sabato prossimo, in attesa del turno di riposo che gli toccherà mercoledì.

Un'importante nota a margine: prima del fischio d'inizio odierno è stato ricordato il tifoso Domenico Rigante, scomparso tragicamente il 1° maggio 2012. Nello specifico, la curva nord ha esposto uno striscione con queste toccanti parole: "Il tuo sguardo, la nostra forza".

Striscione Domenico Rigante Pescara-Verona 27 aprile 2019

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento