rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
Calcio

Pescara - Taranto 0-2: partita, tabellino e voti

Altra serataccia per i biancazzurri: terza sconfitta consecutiva e prestazione da incubo contro la quartultima in classifica

E' il punto più basso della stagione. Il Pescara perde ancora, per la terza partita consecutiva, subendo due gol anche dal mediocre Taranto quartultimo in classifica e tra le peggiori della C nel rendimento esterno. Dieci gol subiti nelle ultime quattro e addio ai sogni di gloria: il Catanzaro ha preso il largo (+12), il Crotone è lontanissimo (+6). Il Pescara ci prova subito a scrollarsi di dosso i fantasmi dell’ultima settimana. Ma i due ko consecutivi pesano come macigni sulla testa di Cuppone e soci. L’attaccante pugliese, schierato a sinistra con libertà di svariare su tutto il fronte, avrebbe subito la palla del vantaggio, ma grazia Vannucchi allargando troppo il piattone da due passi.

Capuano ringrazia. I suoi stringono le maglie davanti all’area di rigore, provano ad arginare gli abruzzesi, che occupano la metà campo avversaria con insistenza, e puntano sullo sgusciante Guida, che tra le linee è la vera scheggia impazzita del Taranto. E’ lui a guadagnare la punizione (ingenuo fallo di Aloi sulla trequarti) che i pugliesi trasformano nell’incredibile vantaggio: Labriola cerca Antonini di testa sul lato sinistro dell’area piccola, sponde di testa per l’inserimento di Manetta che inchioda Plizzari alla mezzora. Curiosità: è il sesto gol che il Pescara incassa da un colpo di testa nelle ultime tre partite (tre contro il Catanzaro e due contro la Virtus Francavilla prima di ieri sera). La risposta della squadra di Colombo è flebile, quasi impercettibile. Un tiro di Desogus sporcato dalla difesa, un colpo di testa di Lescano tra le braccia di Vannucchi. Intanto, Guida con una ripartenza fulminea rischia di mettere il punto esclamativo sulla partita. Non ci riesce lui, ma Tommasini sì: nel recupero, il Taranto trova il raddoppio con la super incornata del suo attaccante (ancora un gol di testa… e sono sette), pescato in area da un cross teso e calibrato dalla sinistra. Esultanza sfrenata di Capuano: i suoi nelle precedenti sette trasferte avevano segnato in totale tre gol, all’Adriatico ne trovano due in un tempo.

Colombo rivoluziona la squadra dopo l’intervallo: triplo cambio e passaggio al 4-2-4 con Kolaj e Delle Monache esterni, Cuppone e Vergani tandem offensivo. La frenesia e l’ansia di non riuscire a riaprire la partita sono avversari più pericolosi del Taranto per la squadra di casa, totalmente smarrita e lontana parente di quella che fino a dieci giorni fa insidiava la vetta della classifica tre punti dietro il Catanzaro. Vannucchi resta con zero parate compiute per oltre un’ora, mentre il tecnico pescarese deve correre ai ripari dopo venti minuti per rivedere l’assetto dei suoi: Kraja si fa espellere beccando due gialli in pochi minuti e Colombo sacrifica Cuppone per mandare in campo Gyabuaa. Ora è un 4-2-3 quello dei biancazzurri. Il Taranto, però, è in totale controllo della partita e al 33’ potrebbe umiliare il Pescara con Tommasini, ma il suo piatto da meno di dieci metri finisce di poco sopra la traversa. La serata da incubo si completa con l’infortunio a Palmiero, che lascia i suoi in nove nel finale. Primi fischi per i biancazzurri a fine partita, ora serve davvero una svolta immediata a Monopoli domenica prossima per arginare questa crisi.

PESCARA-TARANTO 0-2: il tabellino

MARCATORI Manetta (T) al 33’, Tommasini (T) al 46’ p.t.

PESCARA (4-3-2-1) Plizzari 5,5; Cancellotti 5,5, Brosco 5,5, Ingrosso 5, Crescenzi 5 (dal 17’ s.t. Milani 6); Kraja 4,5, Palmiero 5, Aloi 5 (dal 1’ s.t. Kolaj 5); Desogus 5 (dal 1’ s.t. Delle Monache 5), Cuppone 5,5 (dal 22’ s.t. Gyabuaa 5); Lescano 5 (dal 1’ s.t. Vergani 5). (Sommariva, D’Aniello, D’Aloia, De Marino, Boben, Crecco, Tupta, Saccani, Germinario). All. Colombo 5

TARANTO (3-4-1-2) Vannucchi 6; Manetta 6,5, Antonini 6,5, Evangelisti 6; Formiconi 6,5, Mastromonaco 6,5 (dal 31’ s,t, Brandi s.v.), Labriola 6,5 (dal 34’ s.t. Romano s.v.), Provenzano 6,5 (dal 1’ s.t. Mazza 6), Ferrara 6,5; Guida 7 (dal 38’ s.t. La Monica s.v.); Tommasini 7. (Loliva, Caputo, Granata, Maiorino, Sakoa, Vona). All. Capuano 7

ARBITRO Kumara di Verona 6.

NOTE paganti 1.977, abbonati 1.362, incasso di 15.850 euro. Espulsi: Kraja (P) al 19’ s.t. per doppia ammonizione. Ammoniti Aloi (P), Capuano (T), Evangelisti (T), Kraja (P), Crescenzi (P), Brandi (T), Ingrosso (P). Angoli - Recupero 2’ p.t., 5’ s.t.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara - Taranto 0-2: partita, tabellino e voti

IlPescara è in caricamento