rotate-mobile
Calcio

Pescara, Sebastiani torna sulla cessione del club: "Spero di chiudere presto"

Il presidente biancazzurro continua a trattare nel massimo riserbo: "I tempi della vendita? Non c’è un tempo preciso. Il Pescara va avanti comunque. Quando arriverà il momento, se sarà tra pochi giorni, tra uno o due mesi, quello che conta è che chi arrivi abbia un progetto"

Le voci sui possibili acquirenti del Pescara si rincorrono in città. Si parla anche di gruppi con imprenditori arabi. Sebastiani sorride di fronte ai rumors incontrollati: “A me viene da sorridere. In questa città girano tante voci. Se qualcuno già sa a chi ho venduto, me lo facesse conoscere, magari posso aprire una trattativa. Io sto parlando con interlocutori che tengo nel massimo riserbo e non faccio trapelare nulla sulla stampa. Sto trattando con persone che non hanno bisogno di pubblicità e che, se l’operazione si concretizzerà, si presenterà alla città. Sono stranieri? Voi vedete in giro italiani che investono nel calcio? Per quello che è il calcio oggi in Italia, in pochi abbiano voglia di impegnarsi. I tempi della vendita? Non c’è un tempo preciso. Il Pescara va avanti comunque. Quando arriverà il momento, se sarà tra pochi giorni, tra uno o due mesi, quello che conta è che chi arrivi abbia un progetto in mente: io li accoglierò benissimo. Non lascio in mano ad avventurieri che possano far chiudere la società tra un anno. Sto facendo di tutto per trovare una soluzione e spero di trovarla al più presto. Darò il massimo come ho sempre fatto in questi 12 anni: lo dico con orgoglio, se il Pescara è ancora qui il merito è del sottoscritto”.

Sebastiani contento della vittoria, sesto risultato utile consecutivo dei suoi, meno della facilità con cui la squadra regala gol agli avversari: “Contava vincere e iniziare con il piede giusto, non era semplice perché il Montevarchi gioca bene a calcio e fa giocare l’avversario. E’ stata una bella partita, anche se i nostri gol subiti si potevano evitare. Ci siamo complicati la vita. Bei segnali da De Risio, che ha fatto una grandissima partita, soprattutto nella ripresa anche se non giocava da un po’ di tempo. Tante note positive: Ferrari, Rauti e tutti gli altri. La squadra ha voluto iniziare bene. Speriamo che sia l’inizio di un anno diverso”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, Sebastiani torna sulla cessione del club: "Spero di chiudere presto"

IlPescara è in caricamento