Calcio

Pescara-Sampdoria 2-3: biancazzurri sfortunati in attacco e distratti in difesa

Contro una Samp cinica e spietata, il Pescara di Stroppa, oggi sfortunato come non mai, cade per la terza volta in campionato rimediando ancora una volta tre reti al passivo. Nota positiva i gol di Celik e Caprari

Il Pescara cade ancora. Contro una Sampdoria cinica e spietata, brava a concretizzare le più importanti occasioni gol create, i biancoazzurri palesano imbarazzanti limiti difensivi e rimediano tre gol al passivo. La squadra di Stroppa, quantomeno, contro i blucerchiati è riuscita a sbloccarsi in fase realizzativa, andando in rete con Celik e Caprari, e a mettere in mostra un gioco offensivo più solido rispetto alle prime due giornate.

Stroppa come annunciato alla vigilia schiera i suoi con il 4-2-3-1 con Balzano avanzato in posizione di ala. Il tecnico dei doriani Ferrara, invece, in estate contattato anche dal patron Sebastiani, punta tutto sulla regia di Maresca, lo strapotere atletico di Obiang in mezzo al campo e, soprattutto, sulla vena offensiva di Eder e Maxi Lopez.

Pescara Sampdoria

IL MATCH Al 6' Vukusic, alla prima da titolare in biancoazzurro, sfiora la rete con un potente destro che però termina contro la traversa con Berni battuto. Al 18' è il colombiano Quintero a provarci con una punizione dalla lunga distanza ma la palla va altissima.  Al 31', quando il Pescara sembrava aver in mano le redini della gara, la Sampdoria passa in vantaggio con un gol di Maxi Lopez servito magistralmente da Eder, bravo ad approfittare di un errore di posizionamento di Zanon. Nel secondo tempo Stroppa prova a caricare i suoi e Vukusic, al 3', colpisce la seconda traversa di giornata. Al 15' del secondo tempo la Sampdoria raddoppia con Estigarribia che di sinistro fulmina un incolpevole Perin. Alla mezz'ora il Pescara segna il primo gol del Pescara in serie A con Celik, che riapre il match sfruttando un grande assist di Quintero. Maxi Lopez poco dopo spegne le speranze di rimonta del Delfino infilandosi alle spalle di Capuano e battendo con un preciso destro in diagonale Perin. Al 90'  il Pescara accorcia nuovamente le distanze con un gran destro dal limite di Caprari.

TABELLINO
PESCARA (4-2-3-1): Perin, Zanon (16' st Caprari), Capuano, Cosic, Modesto; Cascione, Colucci; Balzano, Quintero, Weiss (25' st Celik); Vukusic (36' st Abruscato). Allenatore: Giovanni Stroppa
SAMPDORIA (4-3-3): Berni, Berardi, Gastaldello, Rossini, Costa (24' st Castellini); Obiang, Maresca, Poli (22' pt Soriano); Estigarribia, Eder (8'st Krsticic), Maxi Lopez. Allenatore: Ciro Ferrara

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara-Sampdoria 2-3: biancazzurri sfortunati in attacco e distratti in difesa

IlPescara è in caricamento