rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Calcio

Il Pescara ritrova l'ex Auteri

Domenica prossima torna da avversario l'allenatore siciliano, che oggi guida il Messina. L'anno scorso una gestione mai convincente chiusa con l'esonero prima dei play-off

Il prossimo ostacolo del Pescara, che corre verso la vetta e mette il Catanzaro nel mirino, è l’ex Gaetano Auteri. Il tecnico siciliano tornerà domenica prossima all’Adriatico (ore 15) da ex sulla panchina del Messina, formazione che sgomita per salvarsi. L’anno scorso Auteri salutò l’Adriatico ad una giornata dalla fine del campionato e prima dei play-off. Un flop clamoroso, il breve regno di Auteri, anche se a lui restano ascritte alcune buone intuizioni, in piena emergenza, come quella di dare spazio ai giovani della Primavera. Su tutti Sorrentino, Veroli e Delle Monache, oggi tutti di proprietà di club di categoria superiore (rispettivamente Monza, Cagliari e Samp), ma va anche ricordato che il merito di quegli exploit va condiviso con Gigi Iervese, che nella stagione precedente aveva vinto il campionato Primavera e aveva formato, tecnicamente e mentalmente quei ragazzi, oggi professionisti. Tolta la valorizzazione dei giovani, il Pescara di Auteri è rimasto nella memoria dei tifosi come una grande incompiuta, una squadra con interessanti potenzialità, rimasta sempre ai margini dei posti che contano. Sia in regular season che nei play-off, gestiti però da Zauri, che ha raccolto i cocci dal tecnico siciliano. Fragilissima in difesa, indecifrabile dal punto di vista tattico (si è ballati un anno intero tra il famoso 3-4-3 di Auteri e i cambi di sistema), mai compatta, anche a livello di spogliatoio, probabilmente. L’allenatore siciliano ci ha messo del suo anche a livello mediatico: interviste spesso discutibili e comprensibili, segno di una gestione incerta. Va detto, a sua difesa, che chi avrebbe dovuto, per ruolo e responsabilità, raramente gli è stato davvero accanto nella gestione dei momenti critici. Quando ormai il legame con l’ambiente e con la squadra era già abbondantemente compromesso, la società ha poi ritardato all’eccesso la decisione di cambiare. Mettendo sempre più in difficoltà lo stesso Auteri, uscito di scena nel peggiore dei modi, con una stagione ormai compromessa in modo irreparabile, anche per il subentrante Zauri.

Auteri ricorderà bene tutta la sua vicenda pescarese e domenica prossima proverà in ogni modo a fare uno scherzo alla sua ex squadra, anche perché il suo Messina ha già un disperato bisogno di punti. Domenica scorsa ha vinto in casa contro il Monterosi, sfruttando anche un gol del portiere Lewandowski (ex Teramo e Avezzano). Tre punti che fanno respirare i siciliani e danno quel pizzico di fiducia che servirà per la trasferta dell’Adriatico. Il Messina fuori casa ha un ruolino di marcia da retrocessione: zero punti finora. L’opposto del Delfino, che lontano da casa è la squadra migliore del girone C con 16 punti conquistati. In casa, invece, la squadra di Colombo ha ottenuto finora 13 punti, cinque in meno di Catanzaro e Crotone, le regine della classifica speciale dei punti ottenuti tra le mura amiche. Domenica prossima Lescano e compagni dovranno cercare di mettere altri tre punti in cassaforte, cercando di sfondare con una prestazione più brillante dell’ultima contro la Gelbison la resistenza del Messina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pescara ritrova l'ex Auteri

IlPescara è in caricamento