menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescara Reggina: statistiche e probabili formazioni

Domani il Pescara sarà impegnato nel difficile match interno con la Reggina. I calabresi sono quinti in campionato e hanno il secondo miglior rendimento esterno della serie cadetta (5 vittorie).

Vincere contro la Reggina di Atzori per dare una risposta alla sconfitta di martedì, continuare il sogno play off e “vendicare” la beffa patita nel 1999.

I calabresi, infatti, soffiarono dalle mani dell’allora Pescara targato De Canio una promozione più che meritata, andando a vincere, troppo comodamente secondo i più maligni, sul campo di un già promosso Torino.

Per i tifosi pescaresi quella del 13 giugno 1999 è stata una delle pagine più tristi della propria storia sportiva. Motivo in più, domani, per giocare col coltello tra i denti e cercare una vittoria che varrebbe oro in chiave play off.

Bonazzoli e compagni con 45 sono la quinta forza di questo campionato e, a differenza del Pescara, hanno già collezionato 5 vittorie esterne.

Di Francesco, che dovrà fare a meno dello squalificato Maniero e degli infortunati Ariatti, Ganci e Bucchi, potrà contare nuovamente su Zanon e Gessa. Il primo tornerà a presidiare la corsia di destra di difesa, mentre Gessa agirà più avanti sulla linea dei centrocampisti. In difesa Olivi dovrebbe ritornare dal primo minuto a far coppia con Mengoni, con Petterini a sinistra. In mezzo al campo, accanto a Tognozzi, potrebbe trovare spazio Marco Verratti per dare più fluidità e qualità alla manovra biancazzurra. Sansovini, ancora una volta chiamato a sobbarcarsi l’intero peso dell’attaccco biancazzurro, sarà supportato da Soddimo. PROBABILE FORMAZIONE PESCARA (4-4-1-1): Pinna; Zanon, Olivi, Mengoni, Petterini; Gessa, Tognozzi, Verratti (Nicco), Bonanni; Soddimo; Sansovini.

REGGINA. Atzori dovrà fare a meno di due pedine importantissime: Bonazzoli e Giosa. Il difensore sarà sostituito dal rientrante Cosenza, mentre più complicato sarà sostituire il centravanti/bomber di Asola. In lizza per affiancare il baby Viola uno tra l’ex Zizzari, Campagnacci e Barillà. PROBABILE

FORMAZIONE REGGINA (3-5-2): Puggioni; Adejo, Cosenza, Acerbi; Colombo, Rizzo, De Rose, Tedesco, Rizzato; Viola, Zizzari (Campagnacci).Nemmeno il tempo di rimuginare sulla sconfitta col Sassuolo che i biancazzurri sono già impegnati a preparare la delicatissima sfida play off  di sabato contro la lanciatissima Reggina di Bonazzoli.

IL FISCHIETTO: Sarà il signor Nicola Stefanini di Prato, coadiuvato dagli assistenti Bernardoni e Masotti e dal quarto uomo Vallesi, a dirigere la sfida dell’Adriatico tra Pescara e Reggina.
 

STATISTICHE. Reggina e Pescara si sono affrontate in Serie B 13 volte. In casa il Pescara ha ottenuto 3 vittorie, 2 pareggi e una sola sconfitta, propria nella sfortunata stagione del 1999.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento