rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Calcio Stadio

Pescara Rangers: "I giocatori raggiungano la salvezza, poi via"

Il Pescara è atteso da due gare interne tanto importanti quanto delicate: domani pomeriggio all'Adriatico arriva il Siena, mentre martedì sera ci sarà il derby contro il Lanciano

Il Pescara è atteso da due gare interne tanto importanti quanto delicate: domani pomeriggio all'Adriatico arriva il Siena, mentre martedì sera ci sarà il derby contro il Lanciano che rappresenterà un vero e proprio crocevia. Se i frentani, infatti, sono in piena corsa play off, i biancazzurri hanno dovuto rinunciare a questo traguardo e ora sono ridotti alla lotta per non retrocedere. Sull'argomento sono intervenuti i Pescara Rangers con un comunicato che riportiamo qui di seguito.

Siamo arrivati all’assurdo, al paradosso; 9 mesi fa eravamo 2000 in una piazza perché sarebbe stato l’anno della risalita, del riscatto. Alla fine del mercato di agosto, infatti, sia i tifosi biancazzurri che gli addetti ai lavori descrivevano la Pescara Calcio come una delle squadre seriamente candidate alla promozione, una squadra che avrebbe recitato una parte da protagonista assoluta… invece oggi ci ritroviamo a cinque giornate dalla fine a dover lottare per la salvezza, per mantenere una categoria che, ripetiamo, a detta di tutti, ci doveva vedere soltanto di passaggio. Ed è proprio per questi motivi che il nostro pensiero e la nostra opinione su quei 20 mercenari che indossano indegnamente la nostra maglia e i nostri colori, rimane e rimarrà la stessa. Ma oggi dobbiamo mettere da parte il rancore, la rabbia e tenerci stretta questa serie B, mantenere alto il nome di Pescara, perché la serie B è un patrimonio che non appartiene né a loro né alla società di turno, ma è dell’intera città e dell’intera tifoseria. In occasione della partita con il Siena tiferemo per tutti e 90 i minuti, e tiferemo soltanto affinché questa stagione non diventi improvvisamente tragica e drammatica da un punto di vista sportivo, tenendo bene a mente che tutti coloro che durante questi mesi si sono dimostrate persone senza palle, senza dignità e senza un briciolo di amore per la maglia che indossano e rispetto per una tifoseria che li ha sempre sostenuti, devono andare immediatamente via appena raggiunto l'obiettivo minimo. Proprio per questo invitiamo tutti quelli che ci credono davvero e che hanno a cuore i colori di questa città, a riempire la curva in occasione della partita di sabato, per sostenere con rabbia i nostri colori, per conquistare quei punti che ci servono per la salvezza e poter ripartire per la prossima stagione. Abbiamo deciso di tifare: chi sabato verrà in Curva Nord sa già quale sarà il suo compito; sa già da oggi che sabato dovrà venire solo e soltanto per far sì che la Nord sia ancora una volta il dodicesimo uomo in campo! Pescara è nostra, Pescara siamo noi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara Rangers: "I giocatori raggiungano la salvezza, poi via"

IlPescara è in caricamento