Giovedì, 21 Ottobre 2021
Calcio

Pescara-Pordenone, ecco tutte le pagelle dei biancazzurri

Lo squallore iniziale viene del tutto cancellato da un secondo tempo vivace e propositivo. Gli avversari cedono alla distanza. Noi siamo stati bravi ad approfittarne. La partita si è giocata ieri (domenica 1° settembre) all'Adriatico

FIORILLO: Pur avendo due centrali esperti a protezione, il capitano fatica a guidare la difesa soprattutto sulle palle inattive e sui contropiedi. Intuisce il rigore, ma non basta. Ci vuole più sicurezza. VOTO: 6

BALZANO: Non ci siamo. Non è un giocatore efficace. Complice anche una condizione precaria che limita il suo dinamismo. La sua spinta è debole e pecca anche a livello difensivo. VOTO: 5

CIOFANI (81'): Appare decisamente più pronto rispetto a Balzano, anche se andrebbe giudicato nell'arco degli interi novanta minuti. È agevolato dal fatto che i friulani, ormai cotti, gli lasciano facoltà di azione. VOTO: 6

CAMPAGNARO: Siamo soltanto agli inizi di un campionato lungo ed estenuante, ma allo stato attuale possiamo contare su un giocatore duttile, prezioso e tempestivo. Sappiamo però che prima o poi andrà in riserva. VOTO: 6

SCOGNAMIGLIO: L'anno scorso per larghi tratti ci aveva abituato diversamente. Questa stagione è cominciata con qualche leggerezza. Sfortunato in occasione del rigore. Gesto istintivo e involontario. VOTO: 6

MASCIANGELO: Esordio soddisfacente ma non del tutto entusiasmante. Un ragazzo che avrà dalla sua il tempo per migliorarsi. L'impressione è che abbia il potenziale per diventare utile e prezioso. VOTO: 6

MACHIN: Il ritorno a casa lo carica, anche se in cuor suo lo vive come un declassamento. La voglia eccessiva di mettersi in evidenza si rivela controproducente. Rispetto a Bruno gioca, smista e prende iniziativa. VOTO: 6

KASTANOS (dal 66'): Bene, molto bene. Buona visione di gioco, padronanza della situazione e spunti notevoli. Il ragazzo è migliorato molto e potrà diventare la rivelazione che tutti si aspettano, anche se la concorrenza è spietata. VOTO: 6,5

PALMIERO: Vale lo stesso discorso fatto per il cipriota. Si vede che ha i numeri. La sua sarà una crescita costante. Basta soltanto rodare i meccanismi e l'intesa con i compagni. Il nuovo Brugman. VOTO: 6,5

MEMUSHAJ: La nuova bandiera del Pescara festeggia le 150 presenze in biancazzurro con una partita accettabile sul piano dell'impegno. Qualche lampo la rende ancora più gradevole. VOTO: 6

GALANO: Due goal e un paio di occasioni nel taccuino della cronaca fanno di lui l'eroe della giornata. Ma attenzione... va tatticamente disciplinato. Una mina vagante da gestire con raziocinio. VOTO: 7

TUMMINELLO: Segna ed esulta in maniera eccessiva. Bene, vuol dire che ci teneva davvero. Ma il goal non è frutto di una prodezza personale. Con un nuovo modulo può rendere di più. VOTO: 6

BRUNORI SANDRI (dal 76'): Giusto il tempo di scaldare le mani al portiere con uno stacco di testa da vero centravanti. Un gesto atletico che toglie ogni dubbio su quello che deve essere il suo ruolo naturale. VOTO: 6,5

DI GRAZIA: È il più frizzante della squadra. Nel secondo tempo ha modo maggiore per agire con destrezza e disimpegnarsi a livello individuale. Buoni i tagli e l'intuito nel vedere gli inserimenti dei compagni. VOTO: 6,5

ZAURI: La vittoria, per certi versi roboante, lo gratifica. Ma si ha come l'impressione che in questa squadra non ci sia la mano dell'allenatore. Suggerimento: accantonare il 4-3-3 e fare scelte diverse. VOTO: 6

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara-Pordenone, ecco tutte le pagelle dei biancazzurri

IlPescara è in caricamento