rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Calcio Stadio / Viale Vittorio Pepe, 41

Pescara-Perugia 2-1 | Cronaca di una resurrezione

Il Delfino risorge dopo la falsa partenza in campionato con il Livorno e, all'Adriatico, batte il Grifone 2-1 nell'anticipo della seconda giornata. Di Memushaj e Caprari i goal biancazzurri

Il Pescara risorge dopo la falsa partenza in campionato contro il Livorno e, allo Stadio Adriatico, batte il Perugia 2-1 nell'anticipo della seconda giornata di Serie B. Gara nettamente dominata dagli uomini di Oddo, che soffrono un po' solo nel finale.

IL MATCH - Quella di stasera era una partita delicata: bisognava riscattare la pesante sconfitta per 4-0 patita al Picchi il 6 settembre. I padroni di casa si propongono con un interessante 4-3-1-2; Bisoli risponde senza timori di sorta, schierando il 3-5-2. Abbastanza nutrita, sugli spalti, la rappresentanza dei tifosi del Grifone. Pronti via, al 5' Pinzani assegna una punizione al Pescara dopo un fallo di Rosati su Cocco. E' proprio quest'ultimo che si incarica di andare alla battuta, ma il suo tiro si infrange sulla barriera.

Al 19' è invece il Perugia a ottenere una punizione: Lanzafame ci prova centralmente dal limite, il risultato è un nulla di fatto. Il Delfino gioca con un baricentro piuttosto alto, e quindi tende facilmente a scoprirsi. Al 26' sfuma di un soffio l'1-0 biancazzurro: Lapadula fa partire un bel diagonale, ma prende clamorosamente il palo sinistro interno. E' tuttavia questione di pochi minuti, perchè al 30' un fallo da tergo di Salifu ai danni di Cocco decreta il calcio di rigore per la formazione abruzzese: dal dischetto Memushaj non lascia scampo a Rosati, piazzando il pallone all'angolino.

E al 32' Torreira non mette a segno il raddoppio solo perchè trova sulla sua strada il piede destro dell'estremo difensore umbro. Gli ospiti cercano di reagire: al 34' Del Prete serve Ardemagni in area, ma la sua incocciata non trova lo specchio della porta. L'ultima frazione del primo tempo vede i biancazzurri salire in cattedra: al 41' con Lapadula, protagonista di un potente quanto sfortunato batti e ribatti, e al 43' con Cocco. La squadra cerca invano il sigillo che possa chiudere il match, e intanto l'arbitro fischia l'intervallo.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa, al 3', Verre allarga troppo il compasso e la sfera termina a lato; al 29' ancora Verre su corner pesca al centro dell'area Zuparic, che colpisce di testa mandando fuori di un pelo. Al 30' ecco il goal che stende definitivamente gli avversari: merito di Caprari, che su contropiede deposita agevolmente in rete. E' 2-0. Al 41' Mandragora imbecca Lapadula che si allunga in spaccata, ma la conclusione è imprecisa.

Al 45' un brivido scuote l'Adriatico: Di Carmine, a tu per tu con Aresti, sigla di potenza un penalty in movimento che vale il 2-1 per il Perugia, facendo temere la beffa allo scadere. Fortunatamente le cose vanno in maniera diversa, e al 47' c'è spazio anche per un ultimo tentativo di Memushaj che si spegne sopra la traversa. Il Pescara, dunque, riparte di slancio dopo la pessima prestazione di domenica scorsa e cancella tutti i fantasmi, ma sarà adesso chiamato a confermarsi sul campo del Bari il prossimo sabato 19 settembre.

PESCARA (4-3-1-2): Aresti; Zampano, Fornasier, Zuparic, Crescenzi; Verre, Torreira  (24’ st Mandragora), Memushaj; Valoti (14’ st Benali); Lapadula, Cocco (30’ st Caprari). A disp. Kastrati, Bunozan, Vukusic, Selasi, Mitrita, Fiamozzi. All. Oddo. 

PERUGIA (3-5-2): Rosati; Mancini (1’ st Parigini), Volta, Rossi; Del Prete, Rizzo, Salifu (29’ st Di Carmine), Spinazzola, Fabinho; Lanzafame (14’ st Della Rocca); Ardemagni. A disp. Zima, Comotto, Belmonte, Zebli, Drolé, Boscolo Zemelo. All. Bisoli.

ARBITRO: Pinzani di Empoli (Assistenti: Citro di Battipaglia – Calò di Molfetta). 

RETI: 30’ pt Memushaj (Pe) su rig., 30’ st Caprari (Pe), 45’ st Di Carmine (Pg)

NOTE – Ammoniti: 38’ pt Spinazzola (Pg), 41’ pt Salifu (Pg); 10’ st Torreira (Pe), 17’ st Volta (Pg), 18’ st Aresti (Pe), 32’ st Caprari (Pe), 43’ st Parigini (Pe) Recupero: 0’ pt; 4’ st.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara-Perugia 2-1 | Cronaca di una resurrezione

IlPescara è in caricamento