Pescara calcio

Pescara Padova 1-1

Si ferma a sei successi la striscia vincente dei biancazzurri tra le mura amiche dell'Adriatico. Nell'anticipo della 15 giornata di B, i biancazzurri vengono fermati sul pari, 1 a 1, dal Padova di Dal Canto

E' uno sporco e beffardo tiro del difensore patavino Trevisan, al 92' di gioco, a spegnere l'entusiasmo dei 16 mila dell'Adriatico. Il difensore biancoscudato con la sua rete  interrompe anche la serie del Pescara di sei successi consecutivi in altrettante gare disputate all'Adriatico. Zeman rilancia Immobile dal primo minuto al centro dell'attacco e ritrova Anania tra i pali. Al centro della difesa, assente Capuano, tocca alla coppia Romagnoli-Brosco fronteggiare bomber Cacia. Dal Canto risolve il rebus difesa spostando Legati a terzino destro e inserendo Franco, terzino sinistro, in coppia con Schiavi al centro della retroguardia.

IL MATCH Dopo appena un minuto è Cacia a rendersi pericoloso. L'incursione del numero 10 biancoscudato è svnetata provvidenzialmente da Brosco. Al 10' ci prova Cutolo, ma Anania risponde presente. Il primo sussulto biancazzurro arriva al 15' con Immobile: il tiro del centravanti scuola Juve è bloccato dal giovane portiere Perin. Passano cinque minuti ed è Insigne a sfiorare la rete con un gran bel tiro a giro sul primo palo, la palla termina però di un soffio fuori. Al 23' è un guizzo tra i pali di Anania a negare la rete a Cutolo.

Passa un minuto e il Pescara sfiora di nuovo il gol: triangolo Immobile-Insigne-Immobile, il centrvanti scuola Juve prova il tiro a giro ma Perin vola e devia in angolo un pallone destinato all'incrocio. Ad inizio ripresa, al 50', capita sul sinistro di Sansovini una buona opportunità, ma il suo sinistro volante in girata, su splendido assist di Balzano, termina sull'esterno della rete.

Due minuti e il Pescara va ancora ad un passo dal gol. Immobile dal limite lascia partire un potente destro rasoterra che colpisce in pieno il palo alla destra di Perin. Al 61' arriva il vantaggio del Pescara: Insigne è il più veloce a correggere in rete un perfetto cross dalla destra di Gessa. Dopo una manciata di minuti è il brasiliano Togni a sfiorare la rete direttamente su calcio piazzato.

Dopo la girandola di sostituzioni, al 92', arriva la beffa per il Pescara. Trevisan, in proiezione offensiva, calcia di sinsitro sporco dal limite dell'area: la palla, dopo un deviazione di Balzano, s'infila piano piano alle spalle di un non reattivissimo Anania.

LA SVOLTA DEL MATCH Con l'uscita di Immobile e Sansovini il Pescara non riesce più a tenere palla in avanti e a creare pericoli per la difesa biancoscudata. Il tiro beffardo di Trevisan è comunque l'lelemento di svolta della gara.

TABELLINO

Pescara (4-3-3): Anania; Zanon, Brosco, Romagnoli, Balzano; Gessa, Togni, Cascione; Sansovini (67' Soddimo) (89' Kone), Immobile (77' Verratti), Insigne. Allenatore: Zeman

Padova (4-3-3): Perin; Legati, Schiavi, Franco (72' Trevisan), Renzetti; Bovo (68' Osuji), Italiano, Marcolini (79' Ruopolo); Cutolo, Cacia, Drame. Allenatore: Dal Canto.

Arbitro: Massa di Imperia

LE INTERVISTE DEL DOPO GARA

Zeman: "E' un peccato aver preso un gol nei minuti di recupero, abbiamo perso questi due punti. Il Padova dietro era messo molto bene e in avanti ci hanno reso difficile la vita perchè hanno attaccanti di livello. Dopo l'1-0 pensavo che si potessero portare a casa i tre punti, ma non siamo riusciti a sfruttare gli spazi che il Padova ci ha lasciato. In occasione del gol eravamo posizionati male già sulla rimessa laterale.Sono dispiaciuto di non aver vinto una gara importante contro una squadra che come noi gioca per raggiungere il vertice".

Dal Canto: "I ragazzi hanno dato dimostrazione di forza perchè il Pescara è tra le più in forma del campionato.Abbiamo retto bene anche sul piano del ritmo, siamo stati aggressivi fin da subito, e nella prima frazione di gioco secondo me abbiamo fatto meglio della squadra biancazzurra".

LE PAGELLE

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

IlPescara è in caricamento