rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Calcio

Pescara-Padova 1-0 | Cutolo decisivo contro una porta stregata

Un Pescara sciupone riesce a superare di misura il Padova e batte 1-0 all'Adriatico la squadra di Bortolo Mutti. Dell'ex Aniello Cutolo il goal decisivo

Un Pescara sciupone riesce a superare di misura il Padova e sconfigge 1-0 all’Adriatico la squadra di Bortolo Mutti. Marino riceve così dai suoi ragazzi quel tanto agognato "regalo di Natale" che consiste nei tre punti e che, soprattutto, garantisce al Delfino il poker di vittorie. E dire che stasera la palla non voleva proprio saperne di entrare.

IL MATCH – Gli abruzzesi partono subito forte. Al 6’ Maniero si lancia verso la porta e viene atterrato da Mazzoni, ma l’arbitro aveva già fischiato il fuorigioco: nulla di fatto. Passa un minuto e sono gli ospiti a metterci i brividi: la sfera, infatti, staziona pericolosamente nei pressi dell’area piccola biancazzurra; nessuno dei giocatori del Padova, però, sa approfittarne. Al 10’ Maniero, su assist di Ragusa, si ritrova tutto solo davanti all’estremo difensore veneto, che in qualche modo respinge. Al 16’ ammonito Pasquato per un fallaccio su Politano: è calcio di punizione per il Pescara, sprecato da Brugman che manda il pallone a infrangersi contro la barriera.

IL RIGORE FALLITO – Al 22’ Rossi viene atterrato da Legati, e Ghersini concede un rigore ai padroni di casa; sul dischetto va Maniero, che purtroppo si fa ipnotizzare da Mazzoni sbagliando clamorosamente il possibile 1-0. Al 30’ un’altra occasione buttata alle ortiche: Ragusa mette al centro dalla sinistra, a due passi dal portiere, ma Maniero - ancora lui! - non arriva in tempo. Al 33’ grande azione personale di Melchiorri con un diagonale che termina di poco alla destra di Belardi. Al 44’ Brugman batte nuovamente una punizione: la palla è centrale e vola alta sopra la traversa.

Nella ripresa, al 55’, sempre Brugman lascia partire un bolide dai 25 metri: il tentativo si spegne sul fondo, appena sopra l’incrocio. Il Delfino continua a mancare l’appuntamento con il goal nonostante due ottimi spunti: uno al 63’, con un cross di Politano (sporcato da Perna) che prende in pieno il palo, e l'altro al 69’, con un miracolo di Mazzoni su punizione deviata di Brugman.

Al 76’ l’ex laziale Tommaso Rocchi, appena entrato, finisce a un metro da Belardi e non insacca per un pelo: incredibile! All’80 - ed era ora - ecco il vantaggio abruzzese con Cutolo: l’ex di turno è bravo a mantenere la calma mettendo a sedere Mazzoni. Nel recupero il Pescara riesce ad arginare l’assalto padovano e, senza troppi fronzoli, conquista la gara. Ora tutti a Modena per il prossimo turno, che si disputerà nel giorno di Santo Stefano.

PESCARA (3-4-3): Belardi; Zauri, Schiavi, Capuano; Balzano, Zuparic, Brugman, Rossi; Politano, Maniero, Ragusa. All: Marino.

PADOVA (4-4-2): Mazzoni; Ceccarelli, Benedetti, Legati, Laczko; Cuffa, Iori, Osuji, Melchiorri; Pasquato, Vantaggiatp. All: Mutti

ARBITRO: Ghersini di Genova

RETI: Cutolo 80'

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara-Padova 1-0 | Cutolo decisivo contro una porta stregata

IlPescara è in caricamento