rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Calcio

Pescara-Olbia è una gara a suo modo storica

Dopo due sconfitte consecutive, il Delfino torna nel suo stadio. Ma la Curva Nord sarà chiusa

Il Pescara che si è rilanciato in campionato con due vittorie in trasferta in 3 giorni è pronto a tornare a giocare in casa per sfidare l'Olbia sabato 9 dicembre alle ore 16:15. A suo modo sarà una partita storica, ma per vicende exra campo. La gara sarà infatti con la Curva Nord chiusa per la squalifica del settore dopo i fatti di Lucca del 22 ottobre scorso. Il settore non sarà dunque aperto, il Pescara ha anche rinunciato a proporre ricorso e - nonostante allo stadio saranno presenti le società affiliate con i propri tesserati - ci si attende pochissimo pubblico. Altri tifosi biancazzurri, non quelli della Nord ma di altri settori, ad esempio hanno annunciato che diserteranno la partita in segno di solidarietà.

Stadio semivuoto e cornice desolante dunque per Pescara-Olbia? Possibile, ma non del tutto certo perchè  i 6 punti nelle ultime 2 gare hanno ridato vita a tutto l'ambiente. Di sicuro non ci sarà il pubblico delle grandi occasioni e non ci sarà record di presenze stagionali all'Adriatico. Ma ci sarà più pubblico di più di quello dell'ultima gara interna, quando ad assistere al match degli ottavi di finale di Coppa Italia di C tra Pescara e Latina c’erano appena 534 spettatoridi cui 69 da Latina. 

Passando alle questioni di campo, il Delfino vuole tornare a navigare in acque nobili. Chiavari conquistata, Pontedera altrettanto: ora bisogna trasformare di nuovo l'Adriatico in un fortino inespugnabile. Dopo la partita con i sardi, ci sarà l'importantissimo impegno di Coppa Italia in un vero e proprio tour de force che la truppa biancazzurra dovrà sostenere sino a Natale. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara-Olbia è una gara a suo modo storica

IlPescara è in caricamento