menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescara-Novara 1-2 | Delfino, così non va: difesa shock e bye bye terzo posto

I biancazzurri, alla terza sconfitta consecutiva, vengono castigati dall'ex tecnico Baroni come già era accaduto all'andata, e scivolano in sesta posizione. Segnano Corazza, Caprari ed Evacuo

Alla vigilia dell'incontro aveva detto che non cercava vendette contro il Pescara, ma è invece innegabile che l'ex tecnico del Delfino, Marco Baroni, abbia dato eccome una lezione agli abruzzesi, già battuti all'andata e castigati nuovamente, oggi pomeriggio, allo stadio Adriatico, complice una retroguardia che continua a commettere errori letali. E così la gara interna contro il Novara si è conclusa 1-2.

IL MATCH - Al 7' ospiti in vantaggio grazie a un'incocciata di Corazza che approfitta di un traversone di Dickmann. Incredibile ingenuità della difesa biancazzurra, che lascia colpevolmente spazio all'attaccante avversario. Al 10' un episodio da rivedere: Lapadula riceve palla e, in area di rigore, entra in contatto con Da Costa, ma l'arbitro fa proseguire.

PAREGGIO BIANCAZZURRO E NUOVO VANTAGGIO DEL NOVARA - Al 27' arriva l'illusorio pareggio di Caprari direttamente su punizione all'incrocio: 1-1 e giochi idealmente riaperti. Quattro minuti più tardi Lapadula, sotto porta, sbaglia clamorosamente un pallone che andava soltanto appoggiato in rete. E nella ripresa ecco la batosta definitiva: al 7' Evacuo, tutto solo davanti a Fiorillo, controlla la sfera e la indirizza sul primo palo, siglando l'1-2 per la squadra piemontese.

L'ultimo disperato tentativo dei padroni di casa si verifica al 43', quando Lapadula di destro, occhi negli occhi con Da Costa, spedisce alto oltre la traversa. Il Pescara scivola in sesta posizione, appena un punto sopra Brescia e Virtus Entella, e viene scavalcato proprio dal Novara, nonchè dal Cesena e dallo Spezia, entrambi vittoriosi contro Como e Modena. E' la terza sconfitta consecutiva per i ragazzi di Oddo. Così non va. Decisamente.

NOVANTUNESIMO - Ovviamente soddisfatto, nel dopopartita, Baroni: "Oggi abbiamo dimostrato di essere una squadra solida, abbiamo interpretato bene la gara pur mancando di un pizzico di lucidità. Abbiamo tenuto la difesa molto alta mandandoli spesso in fuorigioco, sapevamo che sarebbe stata una partita difficile, è una vittoria importante in virtù dei risultati maturati sugli altri campi". L'allenatore del Novara è poi tornato a ribadire: nessuna rivalsa contro il Pescara. "Sono contento, l'obiettivo mio e dei ragazzi è quello di migliorarci giorno dopo giorno, Novara mi ha dato la possibilità di ripartire".

PESCARA (4-3-2-1): 1 Fiorillo, 5 Bruno (28 Mitrita 80′), 6 Fornasier, 8 Memushaj (K), 10 Lapadula, 14 Mazzotta, 16 Coda (13 Zuparic 62′), 17 Caprari (20 Acosta 67′), 23 Benali, 25 Vitturini, 34 Torreira di Pascua. A disp: 18 Aresti, 7 Verde, 9 Pasquato, 19 Cocco, 21 Mandragora, 24 Selasi. All. Oddo

NOVARA (4-2-3-1): 1 Da Costa, 2 Troest, 3 Dell’Orco, 4 Viola, 7 Casarini, 8 Faragò (vK), 11 Corazza (10 Buzzegoli 86′), 19 Gonzalez (K), 24 Dickmann (21 Mantovani 77′), 29 Garofalo, 37 Lanzafame (32 Evacuo 37′). A disp: 31 Pacini, 5 Ludi, 6 Vicari, 16 Galabinov, 28 Nadarevic, 30 Adorjan. All. Baroni

Arbitro: Sig. Pezzuto di Lecce

Assistenti: Sigg. De Meo di Foggia e Santoro di Catania

Quarto ufficiale: Sig. Fiorini di Frosinone

Calci d’angolo: Pescara 7 - Novara 2

Reti: 8′ Corazza, 28′ Caprari, 52′ Evacuo

Ammoniti: 16′ Garofalo, 27′ Faragò, 40′ Benali (P), 50′ Troest, 65′ Evacuo, 69′ Bruno (P)

Minuti di recupero: 3′ pt; 5′ st

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento