rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Calcio

Pescara - Messina 1-0: partita, tabellino e voti

Basta un gol di Vergani dopo mezzora per decidere la sfida contro la squadra dell'ex Auteri. Biancazzurri sciuponi e meno brillanti del solito

Il Pescara non è bello come al solito, ma incamera altri tre punti peziosi per restare al secondo posto sulla scia dell'imprendibile Catanzaro, prossimo avversario all'Adriatico tra due settimane, dopo la trasferta in casa della Turris. Il turnover scelto da Colombo toglie brillantezza alla rodata manovra del Delfino, che però nel primo tempo costruisce la palla del gol vittoria, segnato dal giovane Vergani, al terzo centro stagionale e ottimo rincalzo di Lescano. Poi la squadra biancazzurra sciupa le chance per raddoppiare e fa arrabbiare il suo allenatore. Il Messina se la gioca con tutte le sue forze, ma l'ex Auteri raccoglie un pugno di mosche all'Adriatico e resta in fondo alla classifica.

Tutto come previsto alla vigilia. Il Messina prova a giocarsela, con un sistema a specchio ricalcato su quello del Delfino per evitare di perdere duelli difensivi e regalare la superiorità agli attaccanti di Colombo. La squadra dell’ex Auteri punta sull’effervescenza di Iannone, che svaria su tutto il fronte, ma il Pescara raramente concede occasioni nella sua area. Il Delfino ci mette mezzora a sbloccarla, dopo aver sciupato clamorosamente con Desogus nei primi minuti la palla del vantaggio. Il solito Cancellotti da destra pesca Vergani nel cuore dell’area, il tocco del giovane bomber è letale per Lewandowski. Terzo centro stagionale dell’attaccante scuola Inter. I siciliani sono costretti ad alzare il baricentro e lasciare spazi, rischiando di incassare il raddoppio. Le sgasate di Cuppone mandano spesso in tilt la difesa ospite, ma all’intervallo Auteri può consolarsi: l’1 a 0 per i biancazzurri lo tiene ancora in partita. Colombo non vuole rischiare nulla nella ripresa, per questo butta dentro capitan Mora lasciando negli spogliatoi l’ammonito Gyabuaa. Il Messina è costretto a stare rannicchiato nella sua metà campo, ma riesce a mettere paura al 7’ con il colpo di testa di Trasciani in area, di pochissimo sopra la traversa. Il Pescara non riesce a chiuderla e Colombo s’infuria. Cuppone solo davanti al portiere sceglie di calciare d’esterno e fa fare un figurone a Lewandowski. Il tecnico non è contento e pesca in panchina forze fresche per mediana e attacco. L’obiettivo è pizzicare il Messina negli spazi che aumentano nella sua metà campo. L’occasione, nitida, arriva alla mezzora: Vergani apparecchia per Kolaj al limite dell’area piccola, ma l’italoalbanese calcia debole e centrale con il piatto destro. E' l'ultima emozione del match, il Delfino vince e blinda il secondo posto.

Pescara - Messina 1-0: il tabellino

MARCATORI Vergani (P) al 32’ p.t.

PESCARA (4-3-2-1) Plizzari 6; Cancellotti 7, Brosco 6, Boben 6, Crescenzi 6; Gyabuaa 5,5 (dal 1’ s.t. Mora 6), Kraja 6 (dal 29’ s.t. Crecco s.v.), Aloi 5,5 (dal 18’ s.t. Palmiero 6); Cuppone 6, Desogus 5,5 (dal 18’ s.t. Kolaj 5,5); Vergani 6,5 (dal 34’ s.t. Lescano s.v.). (Sommariva, D’Aniello, Milani, Delle Monache, D’Aloia, De Marino, Ingrosso, Tupta, Saccani, Germinario). All. Colombo 6

MESSINA (4-3-3) Lewandowski 6,5; Berto 5,5, Camilleri 5,5 (dal 39’ p.t. Trasciani 6), Filì 5,5, Angileri 5,5; Mallamo 5,5 (dal 28’ s.t. Marino s.v.), Fiorani 6, Fazzi 5,5 (dall’11’’ s.t. Fofana 6); Grillo 6 (dall’11’ s.t. Balde 6), Iannone 6,5; Catania 5,5 (dal 28’ s.t. Curiale s.v.). (Daga, Ferrini, Napoletano, Zuppel, Konate, Versienti). All. Auteri 6

ARBITRO Bordin di Bassano del Grappa 6.

NOTE ammoniti Gyabuaa (P), Brosco (P), Cuppone (P), Angileri (M), Filì (M). Angoli -2 Recupero 2’ p.t., 4’ s.t.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara - Messina 1-0: partita, tabellino e voti

IlPescara è in caricamento