rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Calcio Stadio

Pescara-Lugano 1-1 | Amichevole noiosa, risultato giusto

Un'amichevole con poche emozioni, quella andata in scena oggi all'Adriatico tra Pescara e Lugano e terminata 1-1. In vista della ripresa contro la Juve Stabia

Un’amichevole con scarsissime emozioni, quella andata in scena oggi pomeriggio all’Adriatico tra il Pescara e il Lugano e terminata con un salomonico 1-1. Marino ha provato varie soluzioni testando sostanzialmente la squadra in vista dell’impegno di sabato prossimo contro la Juve Stabia, che segnerà la ripresa del campionato dopo circa un mese di stop.

IL MATCH – Il Lugano va subito all’attacco: al 6’ c’è una girata di Dubajic appena dentro l’area che non impensierisce Belardi. Passano tre minuti e l’arbitro Maresca assegna ai padroni di casa una punizione, battuta da Viviani e respinta dalla barriera elvetica. Tra le file avversarie c’è anche l’ex Chieti Jonathan Sabbatini: per lui, dunque, questa partita assume quasi il sapore di un derby.

Al 10’ è ancora Viviani a farsi sotto: il giocatore biancazzurro scalda le mani a Russo con un tiro da fuori. Gli ospiti, invece, mettono paura al 34’ con una punizione di Mustafi che finisce di poco alta sopra la traversa. Il primo tempo si chiude sullo 0-0. Buona, nel Lugano, la prestazione di Mattia Bottani: il ragazzo, classe ’91, è dotato di un buon passo, e in più di un’occasione i suoi scatti rischiano di impensierire la retroguardia del Delfino.

Nella seconda frazione il Pescara si presenta in campo con diverse new entries, tra cui Pelizzoli, Maniero, Nielsen, Mascara e Selasi. Al 5’ la conclusione di Guimaraes è centrale e viene facilmente neutralizzata da Belardi. All’8’ Cutolo calcia una punizione: Russo, ben piazzato, para agevolmente.

VANTAGGIO SVIZZERO E PAREGGIO DEL PESCARA – Al 19’ arriva, un po’ a sorpresa, il vantaggio del Lugano: Guarino ci prova, Pelizzoli respinge e Santillo insiste siglando l’1-0 ticinese. Tuttavia al 35’, sugli sviluppi di un corner, Mascara pareggia beffando Russo a pochi metri di distanza con un efficace colpo di testa. Finisce con un risultato tutto sommato giusto. Per il Pescara, più che altro, è stato un modo per ritrovare i 90 minuti nelle gambe, cercando di prepararsi al meglio alla prima giornata di ritorno. Quando si ricomincerà a fare sul serio.

PESCARA (3-4-3): Belardi (dal 1′ st Pelizzoli); Bocchetti, Zuparic, Cosic; Rossi (dall 1′ st Fornito), Viviani (dal 1′ st Selasi), Rizzo (dal 1′ st Nielsen), Piscitella (dal 1′ st Balzano dal 23′ st Bulevardi); Ragusa (dal 1′ st Mascara), Sforzini (dal 1′ st Maniero), Politano (dal 1′ st Cutolo). A disposizione: Brugman. Allenatore: Pasquale Marino.

LUGANO (4-2-3-1): Russo (dal 1′ st Bukovsky); Markaj (dal 38′ st Cazzaniga), Urbano, Basic, Maffi (dal 1′ st Guarino); Rey (dal 15′ st Sabbatini), Guimaraes (dal 38′ st Tourè); Bottani (dal 1′ st Schalauri), Dubajic (dal 15′ st Shalaj), Tosetti (dal 15′ st Santillo); Mustafi. A disposizione: Forzano. Allenatore: Livio Bordoli.

Arbitro: Maresca di Napoli

Assistenti: Bagnoli di Teramo e Di Francesco di Teramo

Reti: Santillo al 27′ st, Mascara al 37′ st

Recupero: nessuno nel primo tempo, due minuti nella ripresa

Spettatori: 1.500 circa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara-Lugano 1-1 | Amichevole noiosa, risultato giusto

IlPescara è in caricamento