rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Calcio

Pescara-Latina 2-0, continua l'avventura in Coppa del Delfino: cronaca, tabellino e voti

Reti di Cuppone e Cangiano davanti a soli 534 spettatori, di cui 69 ospiti (incasso di 17.759 euro). Nel prossimo turno l'avversario sarà la vincente di Catania-Crotone, in programma domani (mercoledì 28 novembre) alle ore 18:30

Non si ferma l'avventura in Coppa Italia del Delfino, che batte nello stadio amico il Latina per 2-0 e ora attende di conoscere l'avversario del prossimo turno, che sarà uno tra Catania e Crotone che si sfideranno domani. Cuppone nel primo tempo e Cangiano in pieno recupero del secondo tempo fanno staccare il pass alla squadra di zeman, che imbottita di riserve comunque non ha proposto un bel calcio, sottolineato dai fischi dei pochissimi intimi a fine partita. 
 

In uno stadio deserto, spazio alle seconde linee sia tra i padroni di casa sia tra gli ospiti per gli ottavi di finale di una competizione che, se vinta, lascia un pass direttamente per la fase nazionale dei playoff per la B. Plizzari è stato costretto agli straordinari, per l'indisponibilità del vice Ciocci, per il resto solo Cuppone dei presunti titolari è regolarmente in campo dal 1' come centravanti del tridente completato da Masala e cangiano sulle corsie esterne. Nel Latina c'è titolare Nando Del sole, di origini campane ma cresciuto calcisticamente nel Pescara (ha lavorato anche con Zeman all'epoca della seconda avventura del boemo in riva all'Adriatico) ed è legatissimo all'ambiente dannunziano, dove ha trovato anche l'amore. La prima occasione del match è stata di marca pontina al 3', proprio con l'ex Del Sole, che sbuca alle spalle della difesa, aggira anche Plizzari ma non fa i conti con il recupero di Moruzzi a negargli un gol già fatto. La rete in effetti arriva subito dopo, dagli sviluppi del corner conseguente, ma il sigillo di Fabrizi è annullato causa fuorigioco. La partita non decolla: la squadra di Zeman fatica a intavolare una proposta convincente, il Latina, dal canto suo, punta a riconquistare la palla, dopo essersi compattata dietro, per poi immediatamente provare ad innescare i suoi uomini offensivi con rapide verticalizzazioni. Dall'asse Paganini – Del Sole arrivano le insidie per il Pescara. E, come al 3', anche al 35' l'ex ha la palla giusta per bucare Plizzari che però è lucido e ben posizionato e non si fa sorprendere. A sopresa passa il Pescara. E' il 34' quando Cuppone buca Bertini, dopo un rimpallo fortunoso su prepotente percussione di Floriani che libera la punta biancazzurra davanti alla porta pontina. Messo in archivio l'1-0, il Pescara ha alzato il baricentro ed aquistato consapevolezza, all'interno di un finale di primo tempo connotato comunque dai tentativi nerazzurri di riequilibrare le sorti della sfida. La vera nota di cronaca del finale di prima frazione di gioco è stato il reiterato lancio di fumogeni dei tifosi del Latina dal loro spicchio verso i Distinti.

Uno squillo di Fella al 14' (tiro di prima intenzione da fuori) e uno di Fabrizi al 19' sono stati gli unici veri spunti di cronaca di un avvio di ripresa spento e sul piano estetico di livello molto basso. Franchini per Manu subito dopo l'intervallo è stata la prima mossa di Zeman, per dare solidità ad un reparto che nel primo tempo ha un po' pagato l'inesperienza dei tre interpreti scelti dal boemo. Più Latina che non Pescara, inevitabilmente, nella ripresa, con i nerazzurri a fare la partita ed i biancazzurri a giocare prevalentemente di rimessa. Merola falso nueve per Cuppone ed Aloi per Dagasso al 29' sono gli altri cambi proposti dalla panchina pescarese, per ravvivare un Delfino abbastanza spesso e certamente sin troppo compassato nelle due fasi. Un brutto scontro testa a testa tra Cangiano e Di Livio ha fatto temere il peggio per i due contendenti, per fortuna i due giocatori si sono ripresi subito ed hanno continuato la propria gara. Nel finala una giocata infruttuosa di Masala ha spezzato il tentativo di forcing, non troppo convinto in realtà, dei pontini, che al triplice fischio hanno lasciato il campo da sconfitti per 2-0 per la rete finale di Cangiano al 50', complice una topica del portiere ospite. Sipario sul match e qualificazione per il Pescara.

Il tabellino

Pescara-Latina 2-0

PESCARA (4-3-3): Plizzari 7, Floriani Mussolini 6,6, Pellacani 6, Di Pasquale 6, Moruzzi 6, Manu 5,5 (1'st Franchini 6), De Marco 6, Dagasso 6 (29' Aloi sv), Masala 6, Cuppone 6 (29'st Merola sv), Cangiano 6,5. A disp. Barretta, Milani, Squizzato, Vergani, Accornero, Brosco, Tunjov, Pierno, Mora, Mesik, Staver,. All. Zeman 6

LATINA (4-2-3-1): Bertini 5, Serbouti 5,5 (24'st Cortinovis), Di Renzo 6, Rocchi 6, Gallo 5,5 (1'st Ercolano), Perseu 6, Paganini 6, Del Sole 6,5 (39' st Mastorianni sv), Fella 6 (24'st Riccardi 5,5), Jallow 6, Fabrizi 5,5 (24'st Di Livio 6). A disp: Cardinali, Vona, Di Livio, Cittadino, De Santis, Marino, Polletta. All. Di Donato 6

Arbitro: Gemelli di Messina 6

Reti: 34'pt Cuppone (P), 50'st Cangiano (P)

Note: ammoniti Serbou, Jallow, Rocchi (L), Di Pasquale, Manu, Moruzzi (P)

Spettatori 534 per un incasso di 1.759 euro

Recuperi 1'pt, 5'st


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara-Latina 2-0, continua l'avventura in Coppa del Delfino: cronaca, tabellino e voti

IlPescara è in caricamento