rotate-mobile
Calcio

Pescara - Gubbio 0-1: partita, tabellino e voti

Coppa Italia, secondo turno: gli umbri piazzano il colpo all'Adriatico con un contropiede nel finale, Braglia si conferma bestia nera. Biancazzurri eliminati

Il Pescara dice addio all'obiettivo Coppa Italia davanti al Profeta Giovanni Galeone, in tribuna assieme all'ex da Andrea Iaconi: all'Adriatico vince il Gubbio 0-1 grazie ad una ripartenza velocissima nel finale di partita, finalizzata da Vasquez. Braglia si conferma bestia nera storica del Delfino e porta la squadra rivelazione del girone B al terzo turno di Coppa contro la vincente di Padova - Imolese, in campo domani pomeriggio. Per il Delfino, un addio amaro, ma anche la consapevolezza di dover puntare forte sul campionato per lottare fino alla fine per il ritorno in B. Colombo ha dato spazio a tutti i giocatori meno impiegati in campionato finora, ma la risposta non è stata per tutti eccellente. Senza i big in campo, il Pescara fa fatica. Una lezione che anche l'allenatore porterà con sé nel prosieguo della stagione.

Nel primo tempo il Pescara cerca e trova buone trame sull’asse Delle Monache-Vergani, ma all’attaccante ex Inter e Bologna manca precisione nella scelta finale o al tiro. Un peccato, perché il Gubbio è difficile da domare e tiene bene il campo, giocando con vigore (qualche entrata meriterebbe sanzioni diverse) e proponendosi anche nell’area biancazzurra con una certa pericolosità. Braglia non ha fretta e chiede ai suoi di non disunirsi troppo per restare in partita fino alla fine. Nel secondo tempo, infatti, trasforma il 3-5-2 iniziale in un 5-3-2, bloccando le corsie esterne a Crescenzi e Saccani, sempre intraprendenti. Per Colombo diventa difficile sfondare dalle fasce, ma anche centralmente il compito è arduo, perché gli spazi sono intasati davanti all’area umbra. Il tecnico del Delfino mischia le carte in attacco e il Gubbio trema. Alla mezzora la migliore occasione della partita per i biancazzurri. Desogus appena entrato sgomma via e serve Tupta in area, lo slovacco vede Kolaj ben piazzato: controllo e destro volante, che viene sporcato da Meneghetti sulla traversa. La ripartenza del Gubbio è letale: Vasquez innescato a metà campo scappa via a due avversari, poi salta Crescenzi al limite e con un sinistro chirurgico batte Sommariva per il vantaggio a sorpresa degli ospiti. Una mazzata per il Pescara, che ha poco più di dieci minuti per tornare in partita e guadagnare almeno la chance di giocarsi i supplementari. Dalla panchina, però, Colombo inserisce altre seconde linee, come D’Aloia e Germinario, risparmiando i big Mora, Gyabuaa, Cuppone e Lescano in vista dell’arrivo della Gelbison domenica prossima all’Adriatico per la dodicesima giornata di campionato.

Pescara - Gubbio 0-1: il tabellino

PESCARA Sommariva 6; Saccani 6, Ingrosso 6, De Marino 6, Crescenzi 5,5 (dal 36’ s.t. Milani s.v.); Aloi 6,5 (dal 36’ s.t. Germinario s.v.), Kraja 6  6(dal 36’ s.t. D’Aloia s.v.), Crecco 5,5; Tupta 5,5, Delle Monache 5,5 (dal 27’ s.t. Kolaj 6); Vergani 5,5 (dal 27’ s.t. Desogus 6). A disp. Plizzari, D’Aniello, Palmiero, Gyabuaa, Lescano, Brosco, Boben, Mora, Cuppone, Cancellotti. All. Colombo.

GUBBIO Meneghetti 6,5; Morelli 6, Bontà 6,5, Portanova 6 (dal 15’ s.t. Corsinelli 6); Tazzer 6, Vitale 6, Francofonte 6, Bulevardi 6,5 (dal 31’ s.t. Rosaia s.v.), Semeraro 6 (dal 15’ s.t. Bonini 6); Di Stefano 5,5 (dal 36’ s.t. Fagotti s.v.), Artistico 6,5 (dal 31’ s.t. Vasquez 7). A disp. Di Gennaro, Pauselli. All. Braglia.

ARBITRO De Angeli di Milano 5,5.

RETI 33’ s.t. Vasquez (G).

NOTE spettatori 667, incasso 2.978 euro; ammoniti Semeraro (G), Francofonte (G), Delle Monache (P), Saccani (P), Bulevardi (G).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara - Gubbio 0-1: partita, tabellino e voti

IlPescara è in caricamento