Sabato, 16 Ottobre 2021
Calcio

Pescara Gubbio 2-1

Il Pescara di Zeman doma il Gubbio di Simoni per 2 reti a 1. Dopo il vantaggio di Balzano gli umbri rimettono la sfida in equilibrio grazie ad un rigore, realizzato da Graffiedi, che porta anche all'espulsione di Capuano

Dopo il pari interno con il Padova,il Pescara di Zeman torna a vincere tra le mura amiche dell'Adriatico. Con il Gubbio di Simoni, però, non è stata una passeggiata. Dopo il vantaggio di Balzano, infatti, il pari umbro di Graffiedi e l'espulsione di Capuano hanno costretto i biancazzurrio a giocare una gara tutto cuore e sacrificio. Tre punti importantissimi per i biancazzurri che, grazie al contestuale pari del Sassuolo, torna al secondo posto in graduatoria accorciando anche sul Torino capolista, quest'ultimo fermato sul pari a Crotone. Zeman rilancia Verratti in cabina di regia con Cascione e Gessa ai suoi fianchi. In difesa  Romagnoli viene preferito a Brosco per affiancare il rientrante Capuano. Simoni affida le sorti offensive degli umbri alla vena del veterano Graffiedi e alla velocità di Giannetti, con l'ex di turno Ciofani inizialmente in panca.

 
IL MATCH La partita è subito ben giocata da entrambe le squadra, gli ospiti agiscono di rimessa sfruttando le incursioni di Giannetti e Graffiedi, mentre la banda Zeman si affida al solito gioco offensivo con Verratti a dettare i tempi e il tridente Sansovini, Immobili , Insigne pronto a sfruttare spazi e incursioni. Al 12' un gran destro di Immobile è sventato da Donnaruma. Il Pescara continua a spingere e, dopo un tentativo di Sansovini,
 è Balzano a siglare il vantaggio dei padroni di casa, raccogliendo di testa un cross del suo compagno di reparto Zanon. Quando la gara sembra profilarsi nettamente in favore dei biancazzurri, arriva la doccia fredda per i tanti tifosi del delfino.
 
Al 22' una paperissima di Anania costringe Capuano a commettere fallo da ultimo uomo su Graffiedi. Per il difensore del Pescara è rosso diretto e dal dischetto è lo stesso Graffiedi a riequilibrare la contesa. Zeman corre ai ripari e manda in campo Brosco per capitan Sansovini.
Nonostante l'inferiorità numerica il delfino continua ad attaccare, esponendosi anche ai contropiedi degli ospiti, e ad inizio ripresa, al 52', riesce a riportarsi in vantaggio grazie a Ciro Immobile. Il centravanti biancazzurro beffa la retroguardia umbra con un preciso destro a giro da posizione defilata. Gli umbri ci provano fino alla fine ma il Pescara, con coraggio e tanto cuore, tiene fino al termine della contesa.
 
LA SVOLTA DEL MATCH L'inferiorità numerica avrebbe condizionato l'atteggiamento di qualsiasi squadra. Il Pescara di Zeman, invece, ha continuato con forza e determinazione a cercare il gol del vantaggio.
 
 
TABELLINO
 

Pescara (4-3-3): Anania; Zanon, Romagnoli, Capuano (espulso), Balzano; Gessa (68' Kone), Verratti (61' Togni), Cascione; Sansovini (25' Brosco), Immobile, Insigne. Allenatore: Zdenek Zeman

Gubbio (4-3-3): Donnarumma; Bartolucci, Benedetti, Cottafava, Caracciolo; Sandreani, Boisfer, Lunardini (63' Ragatzu); Bazzoffia (46' Ciofani), Graffiedi, Giannetti (53' Màrio Rui). Allenatore: Gigi Simoni

PAGELLE PESCARA GUBBIO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara Gubbio 2-1

IlPescara è in caricamento