rotate-mobile
Calcio

Pescara - Gelbison 2-1: partita, tabellino e voti

Delfino secondo in classifica. Vittoria sofferta costruita nell'assalto finale con il 4-2-3-1. Segnano Cancelotti (rigore) e Kolaj, i campani in partita fino al 50'

Il Pescara lotta, soffre, rischia, ma alla fine si prende con merito altri tre punti pesanti. E, approfittando del ko del Crotone a Catanzaro, oggi è secondo alle spalle della capolista.

Il primo tempo scorre via a senso unico, ma senza clamorosi sussulti. Il Pescara fa La partita con tutte le sue energie, la Gelbison si difende restando compatta nella propria metà campo, affollando la zona in cui si muove il pallone e entrando con grinta in ogni contrasto e sulle seconde palle. L’atteggiamento dei campani crea non poche difficoltà alla squadra di Colombo, che tenta di aggirare la muraglia delle maglie ospiti in ogni modo. Creare la superiorità in attacco resta un’impresa, contro un avversario che raramente perde le posizioni in campo per tentare sortite offensive. Anche la direzione arbitrale di Calzavara sembra agevolare la missione della matricola cilentana: fischi a ripetizione e gioco continuamente interrotto, così alzare i ritmi diventa ancora più difficile in una partita in cui una delle due squadre in sostanza rinuncia a giocarsela (legittimamente, vista la sua mission – fare punti ad ogni costo – e le condizioni di partenza – sei assenze pesanti).

Il film segue lo stesso copione anche nel secondo tempo, con il Pescara che cerca di alzare i giri del motore e la Gelbison che continua a resistere chiudendo ogni linea di passaggio. Ma anche provando a pizzicare Plizzari. Al 16’, mischia nell’area piccola biancazzurra con l’ultimo tocco di Sorrentino che esce di poco a lato, facendo tremare l’Adriatico. Ora la formazione campana sembra volersi allungare per giocarsi il finale alla pari. La squadra di Colombo intuisce e crea subito il primo grande pericolo, con Lescano che imbuca per Cuppone, strattonato prima d’involarsi verso la porta da un difensore avversario. Il tecnico cerca qualità e freschezza in panchina: dentro Kolaj, fuori Desogus. E’ un assedio del Delfino, ma sorprende la capacità di restare compatti, con nove uomini, senza concedere mai occasioni e imbrigliando, anche psicologicamente, Cuppone e compagni. Nei minuti finali, Colombo cambia anche il sistema di gioco: passaggio al 4-2-3-1 con Aloi-Kraja mediani e Delle Monache-Cuppone-Kolaj a supporto di Vergani. Il pericolo maggiore, però, lo corre proprio il Pescara: la Gelbison trova il gol, ma Sorrentino colpisce di testa da chiara posizione di fuorigioco.

L’episodio è una scarica d’adrenalina sul match e sulla testa dei giocatori del Pescara, che caricano adesso a testa bassa per sbloccare la partita. Prima con una ripartenza velocissima, non concretizzata dall’eccesso di generosità di Aloi in area. Ma è un campanello d’allarme per De Sanzo. I suoi hanno ormai il fiato corto e le sgasate degli attaccanti pescaresi mandano in tilt il sistema quasi perfetto della formazione campana. Quando sbuca in area Delle Monache, l’unico modo per fermarlo è fare fallo. Rigore ineccepibile, Cancelotti dal dischetto è glaciale: l’Adriatico può liberare il suo urlo di gioia. La Gelbison è in ginocchio e Kolaj sguazza in area: s’incunea da sinistra, salta un uomo e poi calcia sotto le braccia di D’Agostino la palla del 2-0 e della vittoria, che però resta in bilico fino alla fine: al 5’ di recupero Kyeremateng sporca un tocco di Uliano e buca Plizzari per il 2-1. Ma non c’è più tempo, il Pescara esulta: è secondo.

Pescara - Gelbison 2-1: il tabellino

MARCATORI Cancelotti (P) su rigore al 39’, Kolaj (P) al 43’, Kyeremateng (G) al 50’ s.t.

PESCARA (4-3-2-1) Plizzari 6; Cancellotti 7,5, Brosco 6, Boben 6, Milani 6,5; Gyabuaa 6 (dall’11’ s.t. Aloi 6,5), Palmiero 5,5 (dall’11’ s.t. Kraja 6,5), Mora 6,5 (dal 33’ s.t. Delle Monache 7); Cuppone 6,5, Desogus 6 (dal 21’ s.t. Kolaj 7); Lescano 5,5 (dal 33’ s.t. Vergani 6). (Sommariva, D’Aniello, Crescenzi, De Marino, Crecco, Ingrosso, Tupta, Saccani, Germinario). All. Colombo 6

GELBISON (3-5-1-1) D’Agostino 6; Gilli 5,5 (dal 41’ s.t. Sane s.v.), Cargnelutti 5,5, Loreto 5,5; Nunziante 6, Uliano 6, Graziani 6 (dal 29’ s.t. Bonalumi s.v.), Savini 6, Onda 5 (dal 27’ s.t. Foresta s.v.); Nunziante 5; De Sena 5,5 (dal 29’ s.t. Kyeremateng 6). (Vitale, Marong, Di Fiore, Mesisca, Citarella, Sane, Paoloni). All. De Sanzo 5,5

ARBITRO Calzavara di Varese 5,5.

NOTE paganti 2.109, abbonati 1.165, incasso di  19.918 euro. Ammoniti Graziani (G), Cargnellutti (G), Uliano (G), Foresta (G). Angoli 5-2. Recupero 5’ s.t.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara - Gelbison 2-1: partita, tabellino e voti

IlPescara è in caricamento