rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Calcio

Ferrari "Loco" per il Pescara: "Innamorato di questa maglia, della città e... degli arrosticini"

Intervista al bomber biancazzurro, 8 reti nella prima parte di stagione: "Speravo di arrivare già in doppia cifra, ma sono contento per me e per la squadra. Credo alla B, anche passando dai play-off"

"El Loco" Franco Ferrari è diventato “loco” per il suo Pescara. Il bomber biancazzurro, 8 gol segnati dopo la prima giornata di ritorno, è sempre più innamorato della maglia del Delfino e della città.

In attesa di tornare in campo il prossimo 22 gennaio contro l'Aquila Montevarchi, per muovere ancora la classifica dei biancazzurri e quella dei marcatori del girone B, l'attaccante italo argentino traccia un primo bilancio della sua avventura pescarese: “Sono molto soddisfatto, speravo di arrivare a dieci gol per una mia soddisfazione personale, ma sono comunque molto contento. Peccato per il periodo poco felice vissuto con la squadra, potevamo e volevamo fare meglio, ma bisogna guardare avanti”, ci dice il bomber di Rosario, 26 anni.

Il Pescara voluto e pensato da Auteri ha dato sempre l'impressione di essere solido e concreto. Magari non spettacolare, ma all'altezza dei primi posti della categoria. È questa la strada da seguire anche nella seconda parte di stagione per lottare fino alla fine per la promozione?  “Questa è la strada da seguire, certo – dice il centravanti arrivato in prestito dal Napoli (con obbligo di riscatto in caso di promozione in B) – . Abbiamo fatto delle partite importanti anche contro squadre importanti come Reggiana e Modena, oggi in testa alla classifica. Le prestazioni furono ottime, ma gli episodi ci penalizzarono in tutte e due le partite. Questa è la nostra identità e siamo sulla strada giusta”.

Auteri crede fermamente nella promozione passando dai play-off: Ferrari è d'accordo con lui? Il Pescara può vincere gli spareggi per la B? “Ci crediamo, come ci crede il mister. Abbiamo la mentalità giusta, stiamo lavorando molto duro dopo le vacanze. Si vede che con la testa ci siamo. Proveremo a fare il massimo e arrivare più in alto difficile. Se non ci toccherà la promozione diretta, ci toccheranno i play-off. E lì le chance di andare in B per noi saranno tante. Sono difficili, ma sono una possibilità concreta e noi ci crediamo”.

Per fare dei play-off da protagonisti, come dovrete arrivare in fondo alla stagione regolare? Al terzo posto? O anche partire più indietro non sarebbe un problema? “Per essere protagonisti l’unica cosa che conta è vincere più partite possibili. Anche se arrivi sesto o settimo al termine della stagione regolare, se vinci nei play-off poi diventi protagonista. Meglio arrivare terzi o addirittura secondi: se arriviamo carichi come siamo adesso, e riusciamo a vincere tante partite, saremo protagonisti fino alla fine di questa stagione. Tocca solo a noi, noi costruiremo il nostro futuro”.

Primi mesi a Pescara per Ferrari: amore sbocciato con la città gli sportivi pescaresi. E con la cucina locale… “Mi sono innamorato di Pescara, una città bellissima. Tanti amici che hanno giocato qui in passato mi avevano raccomandato questa scelta. Non me l’aspettavo così. I tifosi mi fanno sempre sentire il loro calore con un saluto o una foto, hanno sempre una parola positiva per me e questo mi fa davvero molto piacere. A tavola, poi, ho scoperto gli arrosticini: la prima volta che li ho assaggiati, a cena con la mia famiglia e la mia compagna, ne abbiamo mangiati forse trenta a testa… Sono contento e sereno, ho trovato la piazza giusta e l’ambiente ideale per esprimermi al massimo. Spero di fare il meglio possibile per questo club”.

Vacanze natalizie in salsa argentina per Ferrari, che ha scacciato così la lontananza dai suoi cari: “Abbiamo trascorso le feste insieme con la famiglia di Illanes: una grigliata argentina qui a Pescara per sentirsi più vicini a casa. E’ stato molto bello. La famiglia mi manca tantissimo, ma per fortuna ho qui la mia compagna che mi fa sentire sempre a casa, è sempre al mio fianco ed è bellissimo passare questi momenti con lei”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferrari "Loco" per il Pescara: "Innamorato di questa maglia, della città e... degli arrosticini"

IlPescara è in caricamento